Primi piani

Daniela Cesiri
Lingua e traduzione - lingua inglese

Ci parli di lei: da dove proviene, cosa insegna a Ca’ Foscari, quali sono i suoi interessi e i suoi ambiti di Ricerca
Mi chiamo Daniela Cesiri e insegno nei corsi di Lingua Inglese con moduli che si concentrano sulla linguistica della lingua. Vengo da Lecce dove ho conseguito laurea e dottorato di ricerca nell'ambito della linguistica dell'inglese. I miei interessi di ricerca sono molteplici e si riflettono nelle mie pubblicazioni: dalla storia e le varietà della lingua all'inglese utilizzato nella comunicazione digitale e per scopi specifici. Al momento, la mia attenzione si concentra sulla comunicazione in ambito enogastronomico.

Qual è stato il suo percorso accademico?
Abbastanza classico: dopo la laurea, il dottorato, ed esperienze post-doc anche all'estero, ormai un decennio fa sono diventata ricercatrice a Ca' Foscari fino a ricoprire il mio attuale ruolo di Professoressa Associata.

Ha sempre pensato che questa fosse la sua strada?
Direi di sì: da studentessa, il corso in Storia della Lingua Inglese è stato il mio "colpo di fulmine" per quanto riguarda la ricerca nell''ambito della lingua inglese e la trasmissione di questi risultati tramite l'insegnamento

Qual è l'aspetto che più l’appassiona del suo ambito di ricerca?
Scoprire sempre nuove sfumature nel modo in cui si comunicano idee e concetti in inglese, una lingua che per molti non sembra offrire nuove strade ma che, al contrario, è in continua evoluzione e mutazione, travalicando i confini geografici dei Paesi tradizionalmente anglofoni.

Cosa significa, per lei, insegnare e fare ricerca?
L'entusiasmo della scoperta e della condivisione

Le soddisfazioni professionali più grandi?
Vedere gli studenti che si interessano alle dinamiche comunicative della lingua inglese, non solo come lingua veicolare ma soprattutto come entità viva e vivace.

L’ambito di cui si è sempre voluto/a occupare ma che non ha ancora avuto occasione di esplorare?
Il mio prossimo progetto!

Cosa dice ai giovani che cominciano il loro percorso universitario?
Ottima scelta! Ci vuole pazienza, entusiasmo e determinazione, ma non bisogna mollare mai perché è il loro destino in gioco e vale la pena godersi fino in fondo il percorso formativo a livello didattico e personale.

E a quelli che si avvicinano alla ricerca oggi?
La strada non è semplice né priva di ostacoli, ma se è questa la strada che si vuole intraprendere, le difficoltà non devono fermarli, semmai motivarli ancora di più nel raggiungere i propri obiettivi e nello sviluppare i propri progetti.

Last update: 21/05/2024