Accordo Ca' Foscari-ESU per gestire la residenza al campus di Mestre

Università Ca’ Foscari ed Esu Venezia (Ente regionale per il diritto allo studio), accordo per la gestione della residenza studentesca del Campus Scientifico a Mestre (via Torino): l’ente regionale per il diritto allo studio gestirà lo studentato dell’Ateneo a partire dai primi mesi del 2023 quando l’edificio entrerà in funzione.
La convenzione, deliberata dagli organi di indirizzo dei due enti, prevede la concessione da parte di Ca’ Foscari a Esu, in uso esclusivo e gratuito per 25 anni, della residenza per studenti con l’assegnazione del 60% dei posti alloggio per il diritto allo studio e dei rimanenti a tariffa libera stabilita da ESU.

Esprime soddisfazione la Rettrice di Ca’ Foscari Tiziana Lippiello: «Questo accordo è un esempio di sinergia fra istituzioni cittadine che hanno lo scopo di perseguire il bene comune offrendo servizi alla comunità studentesca. È un importante momento nella storia di Ca’ Foscari e della città; contiamo di rafforzare la collaborazione strategica con ESU anche in vista di progettualità future. Con l’apertura dello studentato a Mestre superiamo il numero di mille posti letto che come Ateneo mettiamo a disposizione fra il centro storico e la terraferma; un servizio che ci permetterà di offrire servizi residenziali di qualità come a Santa Marta e a San Giobbe a studentesse e studenti, anche internazionali, che ogni anno scelgono Ca’ Foscari per la propria formazione universitaria. Un investimento concreto e considerevole anche per Mestre e questa area della città che abbiamo contribuito a riqualificare con la collocazione del Campus Scientifico, i suoi laboratori tecnologici e la ricerca innovativa su ambiente, nanotecnologie, informatica, chimica del restauro».

Il Presidente di ESU Venezia Piergiovanni Sorato sottolinea: «È un grande onore e piacere avere instaurato questo ottimo rapporto con l’Università Ca’ Foscari. La disponibilità, la collaborazione e l’intesa di idee con il mondo universitario hanno permesso di trovare tra Università e Regione un punto di incontro che si concretizza nella gestione da parte di ESU dell’intera nuova residenza del Campus di Via Torino. L’avere in gestione questi 142 posti letto consente a ESU di perseguire un’importante mission che si materializza attraverso la creazione di nuove disponibilità che l’ente può e deve offrire. Come Ente regionale abbiamo il dovere di offrire il meglio e tutto quello che è nelle nostre possibilità presentare agli studenti capaci e meritevoli ma privi di mezzi. Proprio con questa idea, e con l’ottima sinergia creatasi tra ESU e Ca’ Foscari e che sicuramente si incrementerà in futuro, siamo convinti che nasceranno nuove progettualità e si creeranno maggiori offerte su Venezia centro storico e terraferma. Il compito, l’obiettivo e le risorse devono essere volte all’incremento delle presenze studentesche al fine di dare a questa città più possibilità e più disponibilità rispetto alle attuali.»

I lavori di realizzazione dello studentato (142 posti alloggio) sono in fase avanzata con ultimazione dell’intervento prevista per il prossimo autunno. L’edificio è composto da cinque piani fuori terra (circa 6000 mq) oltre che da un piano interrato (circa 2200 mq), per una superficie complessiva di 8200 mq. Lo studentato, per il quale l’Ateneo ha investito circa 15,5 milioni di euro (di cui 4,5 cofinanziati dal MUR attraverso la L. 338/2000), prevede spazi comuni con lavanderia, sala lettura, sala video, una palestra.
In particolare 32 unità, per complessivi 64 posti saranno del tipo mini-alloggio ossia dotati di angolo cottura indipendente. Per tutti gli altri alloggi ad ogni piano sono previsti appositi spazi comuni per la preparazione e consumazione dei pasti.
A completamento degli interventi sull’area del Campus di via Torino, è inoltre in programma da parte di Ca’ Foscari la realizzazione di un ulteriore edificio polifunzionale destinato ad ospitare una mensa ed aule studio per gli studenti, con un investimento complessivo di circa 7 milioni di Euro.