Scienze Ambientali: alla prova con il Laboratorio estivo in Campo

Studentesse e studenti del secondo anno del Corso di Laurea in Scienze Ambientali hanno partecipato dal 18 al 22 luglio all’annuale laboratorio sul campo a Falcade (BL). Si tratta di un’esperienza unica a livello nazionale che vede studenti, docenti, ricercatori e tutor - per una settimana -  vivere e lavorare insieme a contatto diretto con l’ambiente, mettendo in pratica i concetti appresi in aula, svolgendo di persona analisi e rilevazioni in campo e imparando a lavorare in squadra. 

Scienze della Terra, Chimica, Ecologia Animale e Vegetale sono le discipline che si approfondiscono durante questa esperienza, secondo un approccio integrato e uno studio multidisciplinare del sistema montano. I luoghi delle attività vanno da Cencenighe Agordino - in particolare con l’analisi del fiume Cordevole - al passo Valles - con la lettura e l’analisi vegetazionale ed ecologica del territorio - fino al Passo Rolle, per una lettura geologica dell'area che completa l’inquadramento geografico degli ambienti e delle attività di geomorfologia.

“Il Laboratorio in Campo è un’esperienza unica nel panorama delle Scienze Ambientali in Italia che Ca’ Foscari offre sin dal 1991 - spiega il prof. Rossano Piazza, uno dei responsabili delle attività in Campo, e vice-coordinatore del Collegio didattico del Corso di Laurea. - Il laboratorio rappresenta la validazione sperimentale delle conoscenze acquisite durante i corsi teorici e pratici dei primi due anni di corso: gli studenti sono accompagnati e assistiti dai loro docenti, collaboratori e tutor per mettere in pratica le conoscenze acquisite, applicandole ad una realtà laboratoriale e multidisciplinare, quale  è quella di un ambiente reale. Le attività hanno come obiettivo primario quello di completare il percorso di studi di Scienze Ambientali, acquisendo le competenze fondamentali per diventare futuri professionisti, calandosi per una settimana in una realtà concreta: il nostro laboratorio è l’ambiente!”

Qui le testimonianze di alcuni studenti e studentesse di Scienze Ambientali, di ritorno dalle esercitazioni del Laboratorio in Campo

In foto da sinistra a destra: Pietro Gorgosalice, Matilde Rizzato, Francesco Liaci

Matilde Rizzato

Il laboratorio sul campo è stato essenziale dal punto di vista didattico perché ci ha permesso di mettere in pratica ciò che abbiamo studiato fino ad ora. Nel mio caso particolare, ad esempio, mi ha permesso di capire che materie che teoricamente mi avevano affascinata molto, nella pratica non fanno per me. Penso che sia fondamentale fare un’esperienza come questa al secondo anno di un percorso triennale che possa aiutare ad osservare e comprendere da un punto di vista pratico ciò di cui non è possibile fare esperienza in aula. Una delle parti che ho preferito dell’esperienza è stato il momento della ricerca dei fossili a passo Rolle. L’idea di poter trovare fossili di stelle marine e segni del passaggio del mare in un paesaggio montano mi ha affascinata moltissimo.

Trovo che Scienze Ambientali sia un corso di studi orientato al futuro che rende più consapevoli e partecipi del cambiamento, che permette di studiare materie diverse in ambiti che possono sembrare separati tra loro ma, andando avanti con gli studi ci si rende conto di come in realtà sia effettivamente tutto collegato. Infine, la possibilità di mettere in pratica nell’arco dei tre anni ciò che si studia per me ha un valore aggiunto.

Pietro Gorgosalice

Questa esperienza in campo può essere descritta come la sintesi perfetta dell' intero percorso di studi, in quanto consente di poter finalmente applicare sul campo le conoscenze apprese in aula. Un aspetto da non sottovalutare è sicuramente ľopportunità di imparare a lavorare in gruppo, pratica a cui solitamente non si è molto abituati e che talvolta può risultare difficoltosa, ma fondamentale anche nell' ottica di un futuro lavoro. È stato importante riuscire ad apprendere ľinterconnessione delle varie discipline, che solitamente vengono studiate separatamente e che appaiono "distanti" e quasi scollegate tra loro, mentre durante ľ esperienza di laboratorio in campo (anche grazie a come vengono esposte e presentate dai docenti) è possibile riconoscerne il carattere di forte interrelazione.

Considero Scienze Ambientali un corso fortemente multidisciplinare, che offre la possibilità di studiare materie differenti per poter analizzare e comprendere ľ ambiente sotto ogni suo aspetto. Inoltre, il percorso triennale presenta numerosi laboratori, che consentono di approfondire ed applicare gli argomenti discussi durante le lezioni da un punto di vista pratico. Infine,  proprio per il suo carattere multidisciplinare, un grande vantaggio che offre questa triennale è la possibilità di scegliere tra numerosi corsi di laurea magistrali scientifici riguardanti le scienze in generale, la biologia, la geologia e molto altro (oltre ovviamente al corso magistrale in Scienze Ambientali offerto dall' università Ca' Foscari).

Francesco Liaci  (studente lavoratore)

Credo che l’esperienza a Falcade sia fondamentale per il percorso di studi. Le varie attività, svolte durante le giornate (intense!), permettono di applicare le conoscenze teoriche, precedentemente acquisite, in uno scenario reale. Un altro aspetto sorprendente e altamente formativo è la natura fortemente interdisciplinare del laboratorio in campo. Argomenti apparentemente lontani e studiati in moduli separati si fondono e integrano tra loro permettendo di ottenere una conoscenza più approfondita dell’oggetto di studio. Il laboratorio, inoltre, effettuato in gruppi di più persone, spinge i partecipanti a confrontarsi e lavorare in team, offrendo così l’occasione di avere un primo approccio con quello che troveremo tra qualche anno nel mondo del lavoro.

In generale credo che il corso di Scienze Ambientali, per sua stessa natura, fornisca strumenti concreti per comprendere effettivamente le varie dinamiche ambientali da cui siamo circondati quotidianamente. Tutto quello che si studia viene affrontato in maniera sia teorica che pratica. Questo permette di comprendere fino in fondo l’argomento oggetto di studio. La preparazione che fornisce è ampia e completa: ogni studente acquisisce una serie di competenze molto differenti tra loro. Ciò è di grande aiuto, in quanto, alla fine dei tre anni, ognuno avrà modo di fare scelte ben indirizzate verso le proprie attitudini.

Federica Biscardi