Ca’ Foscari dà il benvenuto a 45 operatori e operatrici in Servizio Civile

Ca’ Foscari dà il benvenuto a 45 giovani operatori e operatrici in Servizio Civile Universale: da lunedì 27 giugno, i volontari e le volontarie, di età compresa tra i 18 e i 28 anni, presteranno servizio nell'arco di 12 mesi all’interno di 22 diverse strutture di Ateneo, tra uffici dell'Amministrazione Centrale, biblioteche, campus, dipartimenti e centri.

Quattro strutture accoglieranno quest'anno per la prima volta gli operatori e le operatrici del Servizio Civile: si tratta del Campus Linguistico, del Settore Energy Management, del Settore Archivio Documentale e del Settore Gestione CFZ.

I 45 volontari sono stati selezionati a marzo a fronte di ben 199 domande di candidatura pervenute, a riprova della forte attrattività dell'Ateneo tra i giovani anche nell'ambito del Servizio Civile.

I 2 programmi di intervento avviati sono articolati in 6 progetti in ambiti differenti: comunicazione (8 volontari), relazioni internazionali (4 volontari), innovazione dell’offerta formativa (4 volontari), servizi bibliotecari (17 volontari), accessibilità e inclusione (8 volontari), accoglienza e orientamento (4 volontari).

Grazie a un'efficace attività di progettazione, nel corso degli ultimi 3 anni il numero di giovani operatori e operatrici accolti dall’Ateneo è passato da 25 a 45. Con il programma di intervento “Generazione futuro: i migliori servizi per accompagnare la carriera di studenti e studentesse”, Ca’ Foscari si è infatti posizionata all’89° posto su 810 nella graduatoria nazionale.

Quest’anno viene sperimentata per la prima volta anche la co-programmazione: il progetto cafoscarino in ambito bibliotecario “Biblioteche come ponte” ha partecipato al programma di intervento “Città inclusive: università, musei e biblioteche per la cultura di domani”, presentato dall’Università di Padova nell’ambito della tutela e della valorizzazione dei beni artistici e culturali.

Diamo quindi il benvenuto a Ca’ Foscari ai nuovi volontari e volontarie!