Sport o università? Con lo status studente-atleta non devi più scegliere!

Conciliare una carriera sportiva agonistica con un percorso universitario? A Ca’ Foscari si può!
Grazie allo status di studente-atleta, l’Ateneo ti dà la possibilità di raggiungere contemporaneamente i tuoi obiettivi sportivi e quelli accademici attraverso una serie di agevolazioni su misura per te. 

Con lo status pensato per gli atleti, infatti, ti sarà possibile conseguire i crediti previsti dal corso di studio prescelto in un tempo pari al doppio della durata normale, godendo allo stesso tempo di una riduzione sulle tasse universitarie.
A queste si aggiungono altre agevolazioni, come la possibilità di concordare con i tuoi docenti date diverse per sostenere gli esami – nel caso in cui coincidano con impegni sportivi - usufruire del servizio di tutorato e ottenere una certificazione della tua carriera duale. 

Come si diventa uno studente-atleta? Per unirti alle decine di cafoscarini e cafoscarine che godono di questo status, dovrai soddisfare una serie di requisiti che trovi nella pagina dedicata al programma. Oltre ad essere regolarmente tesserato per la stagione sportiva corrispondente all’anno accademico in corso, dovrai inoltre dimostrare, ad esempio, di essere stato convocato negli ultimi 18 mesi per gare ufficiali nelle squadre nazionali, esserti posizionato tra i primi 12 atleti della classifica nazionale assoluta o giovanile per il tuo sport, o essere un arbitro, giudice di gara o allenatore convocato per rappresentare l’Italia.

La richiesta dello status deve avvenire al momento dell’immatricolazione, se sei un neo-iscritto, o durante l’apposita finestra di tempo (18 novembre -17 dicembre 2021), se sei iscritto ad anni successivi. 

I nostri attuali studenti-atleti sono impegnati in discipline che vanno dalla pallavolo al curling, dall’atletica leggera alle arti marziali, dal canottaggio al basket.

“Nella mia esperienza triennale i docenti hanno sempre mostrato moltissima disponibilità nei confronti miei e di tutti gli altri atleti - spiega Chiara De Bortoli, pallavolista di serie A1 nel club Chieri ‘76 e studentessa di Economia e gestione delle aziende - Questa è una dimostrazione di quanto Ca’ Foscari sia un’università inclusiva per tante tipologie di studenti diversi. Ora che sto continuando il mio percorso magistrale, avere a disposizione le lezioni registrate è per me essenziale, perché non sempre è possibile far combaciare allenamenti e presenza in aula. Sicuramente essere studente-atleta richiede un grandissimo sforzo e molto impegno personale, ma l’aiuto da parte dell’Università è indispensabile per chi come me ha deciso di non rinunciare al proprio talento al di fuori del mondo accademico” 

“Personalmente ritengo che praticare le proprie passioni, nel mio caso lo sport, e avere una formazione accademica adeguata siano due elementi estremamente importanti per noi ragazzi - queste le parole di Rebecca Borga, studentessa-atleta cafoscarina e velocista della squadra italiana di atletica leggera alle Olimpiadi di Tokyo 2020 -  Così possiamo coltivare i nostri interessi personali e, allo stesso tempo, costruire, studiando, le basi per il nostro futuro.” 

Con impegno e determinazione, Rebecca è riuscita non solo a stabilire il record nazionale nella Staffetta 4×400 metri mista, ma anche a portare a termine il suo percorso in Lingue, Civiltà e Scienze del linguaggio a Ca’ Foscari. La neo-dottoressa è stata infatti proclamata lo scorso 18 novembre, occasione nella quale è salita sul palco di Piazza San Marco in rappresentanza di tutti gli studenti-atleti dell’Ateneo. 

Guarda il discorso completo di Rebecca:

Trovi tutto quello che c’è da sapere sullo status di studente-atleta nella pagina dedicata.

Francesca Favaro