Firma di due accordi con la Guardia di Finanza del Veneto

Due importanti protocolli sono stati firmati in questi giorni con il Generale Giovanni Mainolfi del Comando Regionale Veneto Guardia di Finanza, il primo in tema di lotta all'illegalità, il secondo per un'ampia collaborazione nell'ambito della formazione e delle attività di ricerca e culturali.

Il "Protocollo legalità" sul rischio di infiltrazioni criminali nelle imprese 

Il tema del rischio di infiltrazioni criminali nel tessuto imprenditoriale del Veneto durante il periodo di pandemia, che era stato al centro della discussione di uno degli Economics Tuesday Talks, organizzati dal Dipartimento di Economia dell’Università Ca' Foscari Venezia, si concretizza con la firma di un protocollo d’intesa tra gli enti che avevano portato avanti quella riflessione per cercare di arginare situazioni di rischiosità.

L'iniziativa si è avviata dall'inevitabile constatazione che la pandemia ha accentuato la condizione di fragilità di molte imprese e quindi di fatto ha aggravato i rischi di infiltrazioni. L’argomento ha trovato il supporto convinto degli Organi camerali e del Comando Veneto della Guardia di Finanza, suscitando il vivo interesse delle istituzioni e autorità, tra cui la Regione Veneto che ha fin dall’avvio dei lavori offerto grande disponibilità di attivo supporto.

E’ stato dunque firmato il protocollo d’intesa “Analisi Legalità” tra Università Ca' Foscari Venezia (rappresentata dai Dipartimenti di Economia e Management), Infocamere, Unioncamere del Veneto e Comando Regionale Veneto Guardia di Finanza.

In particolare a firmarlo sono stati per l’Università Ca’ Foscari i due Direttori dei Dipartimenti di Economia e Management, prof. Michele Bernasconi e  prof.ssa Anna Comacchio, per il Comando Regionale Veneto Guardia di Finanza, Generale Giovanni Mainolfi, per Unioncamere Veneto, Il Segretario Generale Dott. Roberto Crosta, per InfoCamere  Il Direttore Generale Dott. Paolo Ghezzi.

L’approfondimento di una tematica tanto attuale è partito da una delle attività del progetto di eccellenza del Dipartimento di Economia, cioè l'utilizzo di grandi basi dati per il supporto all'operato delle istituzioni pubbliche e ha trovato subito il convinto sostegno del Dipartimento di Management. In questo contesto si è avviata una collaborazione con Infocamere per l'analisi delle dinamiche imprenditoriali, soprattutto durante l'emergenza sanitaria. L'attività di ricerca e l'interesse per l’argomento sono cresciuti e hanno catalizzato una serie di istituzioni, arrivando alla decisione di formalizzare un protocollo di intesa Analisi Legalità che permetta di approfondire concretamente i temi legati al rischio di infiltrazioni criminali nel tessuto imprenditoriale Veneto. L’obiettivo del protocollo d’intesa tra enti è di realizzare attività di ricerca sperimentale per la creazione di indicatori sia quantitativi che qualitativi e nuovi strumenti per il monitoraggio delle situazioni riconducibili agli ambiti della illegalità nell’economia, con un focus particolare sui fattori economico-finanziari marcatori di comportamento illegale nelle imprese e sulle evoluzioni nel periodo precedente, corrente e successivo alla pandemia Covid-19.

La Regione Veneto inoltre sostiene con convinzione il Protocollo Analisi Legalità, avendone seguito attivamente le dinamiche fin dal principio, ed è pronta a sottoporre alla firma uno specifico addendum qualora possa svolgere un ruolo attivo di supporto al lavoro del tavolo di analisi.


Il Direttore del Dipartimento di Economia Prof. Michele Bernasconi
“E’ con senso di responsabilità e spirito di servizio al territorio che abbiamo dato vita a questo protocollo di studio e analisi sui problemi della legalità, nato grazie all’impulso dalla collega Monica Billio, con l'obiettivo di creare degli strumenti-indicatori, capaci di monitorare i fenomeni di fragilità. Le istituzioni partecipano con competenze diverse, ma sinergiche, e consentiranno analisi in grado tra l’altro di informare su situazioni in cui la pandemia Covid-19 ha modificato il rischio di infiltrazioni criminali nelle imprese, fornendo opportuni segnali di allarme. E’ dunque una ricerca che mira a sostenere e a dare sicurezza alle imprese che operano nel territorio”.

La Direttrice del Dipartimento di Management Prof.ssa Anna Comacchio
“Il Dipartimento di Management è dalla sua nascita propulsore di ricerca che ha al centro le aziende e le determinanti delle loro performance economico-finanziarie; una ricerca orientata, oggi, a comprendere come il profilo di attività e investimenti sia impattato dallo shock della pandemia e come le aziende possano recuperare e rinascere. In questo delicato processo, il rischio di infiltrazioni criminali può essere elevato, pertanto aziende e istituzioni vanno sostenute nella prevenzione di comportamenti illegali. Nell'ambito di una stretta alleanza del campus economico di Ca' Foscari, il Dipartimento di Management è lieto di investire le proprie capacità progettuali e competenze di ricerca nello sviluppo di questo ambizioso progetto.

Protocollo d'intesa su formazione e scambio di competenze reciproche

Il Comandante Regionale della Guardia di Finanza, Gen.D. Giovanni Mainolfi, e la Rettrice dell’Università Ca’ Foscari Venezia, Prof.ssa Tiziana Lippiello, presso Palazzo Corner Mocenigo, sede del Comando Regionale Veneto della Guardia di Finanza, hanno firmato mercoledì 7 luglio il “Protocollo tra l’Università Ca’ Foscari Venezia e il Comando Regionale Veneto della Guardia di Finanza”. Alla cerimonia ha presenziato il Comandante Interregionale dell’Italia Nord-Orientale della Guardia di Finanza, Gen.C.A. Bruno Buratti.

Nell’ambito delle iniziative di promozione finalizzate all’aggiornamento ed all’arricchimento professionale del proprio personale, il Comando Regionale Veneto ha sottoscritto l’accordo di collaborazione, nel cui contesto possono essere sviluppate utili sinergie nelle attività di formazione, post-formazione, aggiornamento professionale, nonché studi e ricerche di comune interesse delle parti, dando applicazione puntuale e tempestiva ai principi di leale collaborazione tra Pubbliche Amministrazioni.

Tiziana Lippiello, Rettrice Università Ca’ Foscari ha affermato: “Sono lieta di stipulare questo accordo che suggella una collaborazione già in essere e la amplia partendo da un nuovo protocollo che prevede stage per gli studenti, corsi di formazione per il personale e uno scambio di competenze reciproche. Insieme possiamo rilanciare il ruolo dell’università nel territorio ed essere con voi propulsore della cultura e dell’internazionalità in un’ottica di sinergia tra istituzioni”.

Il Comandante Regionale Veneto della Guardia di Finanza, Gen.D. Giovanni Mainolfi ha dichiarato: “In un mondo di una complessità notevole è fondamentale che le istituzioni facciano sistema. Si tratta di una eccezionale occasione di collaborazione con quella che è la più antica istituzione culturale in ambito commerciale ed economico in Italia.

 

Federica Ferrarin