Contribuzione massima agevolata 
Tasse e contributi lauree e lauree magistrali a.a. 2023/2024

La contribuzione massima agevolata tiene conto della presentazione dell’ISEE inferiore a 60.000 Euro senza il possesso dei requisiti di merito previsti per la tua fascia di appartenenza e anno d’iscrizione.

Se per l'anno accademico 2023/2024 hai pagato la prima rata della contribuzione e sei iscritta/iscritto fino al primo anno fuori corso verrai assoggettata/assoggettato alla contribuzione massima agevolata in presenza di tutte le seguenti condizioni:

  • hai trasmesso la richiesta di agevolazioni entro il 2 ottobre 2023 (oppure 11 dicembre 2023 con mora di 50,00 Euro, oppure 31 marzo 2024 esclusivamente per le studentesse e gli studenti formalmente rinunciatarie/rinunciatari alla domanda di laurea);
  • hai l’attestazione ISEE valevole per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio in tuo favore entro il 2 ottobre 2023 (oppure 11 dicembre 2023 con mora di 50,00 Euro, oppure 31 marzo 2024 esclusivamente per le studentesse e gli studenti formalmente rinunciatarie/rinunciatari alla domanda di laurea);
  • non possiedi i requisiti di merito, oppure li possiedi ma hai pagato la prima rata oltre l’11 dicembre 2023.
Contatti, prenotazioni, FAQ

L'importo della contribuzione massima agevolata per l'anno accademico 2023/2024 è pari a 1.812,00 Euro per i corsi di Laurea (e corsi del vecchio ordinamento ante D.M. 509/1999) e di 2.049,00 Euro per i corsi di Laurea magistrale (e laurea specialistica).
A tali importi dovranno essere aggiunte la tassa regionale per il diritto allo studio pari a 184,00 Euro e l'eventuale imposta di bollo di 16,00 Euro (solo per le immatricolate e gli immatricolati per il primo anno e per le immatricolate e gli immatricolati a seguito di ritiro/decadenza/trasferimento da altro ateneo).

Verserai tale importo di contributi anche qualora pur avendo tutte le condizioni (merito compreso) hai già un titolo dello stesso livello di quello al quale sei iscritto

Le studentesse e gli studenti iscritte/iscritti con lo status di part-time versano lo stesso importo di tassa regionale per il diritto allo studio e l'eventuale imposta di bollo e il 65% dei contributi.

Ricorda: i pagamenti vanno effettuati tramite i metodi elencati alla pagina Come pagare.

Le studentesse e gli studenti con cittadinanza extra UE sono tenute/tenuti a verificare quanto riportato alla pagina Studentesse e studenti extra UE

Rate contribuzione

La contribuzione per l'a.a. 2023/2024 è suddivisa in tre rate. L'iscrizione all'anno accademico si effettua con il pagamento della prima rata, da tutti dovuta. 
L'importo effettivo per l'intero anno accademico è calcolato sulla base della eventuale presentazione della Richiesta di agevolazioni, dell'attestazione ISEE e del rispetto dei requisiti di merito, entro le scadenze. 

La prima rata è di 500,00 Euro comprende la tassa regionale per il diritto allo studio di 184,00 Euro e il contributo onnicomprensivo.
In aggiunta all'importo della prima rata è dovuta l'imposta di bollo pari a 16,00 Euro solo per le immatricolate e gli immatricolati per il primo anno e per le immatricolate e gli immatricolati a seguito di ritiro/decadenza/trasferimento da altro ateneo.

Il pagamento dell'importo della prima rata e è previsto entro il 2 ottobre 2022.

L'immatricolazione ai corsi di Laurea ad accesso libero è anche consentita con il versamento della prima rata entro il 3 ottobre 2023 e l'addebito della mora di 50,00 Euro.
L'immatricolazione ai corsi di Laurea magistrale ad accesso libero è anche consentita con il versamento della prima rata dal 3 ottobre al 19 dicembre 2023 (con eventuale addebito della mora).
L'immatricolazione ai corsi ad accesso programmato di Laurea e Laurea magistrale è regolata secondo le scadenze previste dai rispettivi bandi di concorso.

Puoi versare al momento dell'iscrizione solo la tassa regionale per il diritto allo studio e l'eventuale imposta di bollo se sei una studentessa o uno studente:

  • beneficiaria/beneficiario o figlia/figlio di beneficiari della pensione di inabilità, stabilita dall'art.12 della Legge 118/71, secondo quanto previsto dall'art.30 della stessa Legge;
  • straniera o straniero beneficiaria/beneficiario di borsa di studio del Governo Italiano nell'ambito dei programmi di cooperazione allo sviluppo;
  • se sei una studentessa o uno studente con lo status di rifugiata/rifugiato o protezione sussidiaria.

Nel caso in cui l'importo versato sia superiore a quanto effettivamente dovuto, la differenza ti verrà rimborsata in ogni caso nel periodo estivo esclusivamente mediante accredito sulla CartaConto dell'Ateneo.

La determinazione dell'importo effettivamente dovuto avverrà:

  • nel mese di novembre 2023 se, entro il 2 ottobre 2023, effettuerai correttamente la procedura di richiesta della riduzione e sarai in possesso di tutte le condizioni necessarie per l'ottenimento del beneficio;
  • nel mese di aprile 2024 se effettuerai la procedura di richiesta della riduzione successivamente alla scadenza del 2 ottobre 2023; in questo caso ti sarà addebitata la mora di 50,00 Euro. In attesa del ricalcolo di aprile, dovrai in ogni caso versare l'importo della seconda rata.

Se paghi in ritardo

È possibile pagare oltre le scadenze, ma devi versare il diritto di mora di:

  • 50,00 Euro se paghi la prima rata dal 3 ottobre 2023 al 1 novembre 2023;
  • 100,00 Euro se paghi la prima rata dal 2 novembre 2023 in poi.

La seconda rata è pari a 800,00 Euro

Tale rata è pari a 200,00 Euro per le studentesse e gli studenti con cittadinanza di uno dei paesi a Basso Sviluppo Umano individuati annualmente dal MUR.

Il pagamento dell'importo è previsto entro l'11 dicembre 2023 (ad eccezione delle studentesse e degli studenti immatricolate/immatricolati al primo anno di laurea magistrale per i quali la scadenza è il 19 dicembre 2023).

Se paghi in ritardo

È possibile pagare oltre le scadenze, ma devi versare il diritto di mora di:

  • 50,00 Euro se paghi la seconda rata dal 12 dicembre 2023 al 21 dicembre 2023;
  • 100,00 Euro se paghi la seconda rata dal 22 dicembre 2023 in poi.

La terza rata è data dalla differenza tra l'importo dovuto da pagare e l'importo versato con la prima e la seconda rata e sarà determinata nel mese di aprile 2024 a seguito del ricalcolo delle tasse effettivamente dovute per l'intero anno accademico.

Il pagamento dell'importo della terza rata è previsto entro il 15 maggio 2024.

Le riduzioni "incentivo famiglie", "merito" e "incentivo alla velocità" saranno applicate in fase di ricalcolo della terza rata.

Se paghi in ritardo

È possibile pagare oltre le scadenze, ma devi versare il diritto di mora di:

  • 50,00 Euro se paghi la seconda rata dal 12 dicembre 2023 al 21 dicembre 2023;
  • 100,00 Euro se paghi la seconda rata dal 22 dicembre 2023 in poi.

Approfondimenti

Accedendo all'Area riservata del sito www.unive.it (selezionando il menu Servizi Segreteria Studenti> Pagamenti), potrai verificare:

  • la regolarità dei pagamenti pregressi;
  • i dati relativi agli importi versare.

La mancata regolarizzazione di uno o più pagamenti relativi alla contribuzione dell'anno accademico 2023/2024 (rate e/o eventuali more) entro il 30 settembre 2024 comporta l'impossibilità di:

  • prendere iscrizione al successivo anno accademico;
  • compiere qualsiasi atto di carriera (es. passaggio di corso, trasferimento ecc.);
  • iscriversi agli appelli, sostenere esami e richiedere il riconoscimento di qualsiasi attività didattica, compreso il tirocinio;
  • partecipare a bandi/programmi di mobilità ed altre esperienze formative organizzate dall'Ateneo;
  • accedere a moodle;
  • accedere ai servizi bibliotecari

In caso tu debba restituire un beneficio economico ottenuto dall'Ateneo, verrai contattata/contattato per regolarizzare la tua posizione. Se hai necessità di ritirarti dagli studi/trasferirti contatta anticipatamente l'ufficio che ha erogato il beneficio. In ogni caso la tua carriera risulterà sospesa finché non avrai restituito completamente il beneficio.

Se hai pagato la prima e la seconda rata per il nuovo anno accademico e ti laurei nella sessione autunnale (ottobre - dicembre) o nella sessione straordinaria (febbraio - aprile) del precedente, le stesse ti verranno rimborsate d'ufficio (al netto dell'importo della marca da bollo e della tassa regionale per il diritto allo studio) nel periodo estivo esclusivamente mediante accredito sulla CartaConto dell'Ateneo. Per maggiori informazioni puoi consultare la pagina modalità di ammissione, domanda di laurea e rinuncia.

Se sei laureanda/laureando nella sessione straordinaria e sei risultata o risultato idonea/idoneo oppure vincitrice/vincitore di borsa per il diritto allo studio devi comunque contattare il Settore Diritto allo Studio.

L'eventuale ritiro o decadenza dagli studi comporta il versamento delle tasse previste dalla contribuzione massima oppure calcolate sulla base della propria condizione di merito/reddito (qualora tu possa beneficiare delle agevolazioni) perdendo, comunque, il diritto ad un eventuale rimborso.
Verifica le scadenze e le modalità di presentazione della domanda alla pagina del ritiro/decadenza.
Se sei risultata/risultato idonea oppure vincitrice/vincitore di borsa per il diritto allo studio devi comunque contattare il Settore Diritto allo Studio.

Le spese sostenute per l'iscrizione ai corsi di studi universitari possono essere detratte con la dichiarazione dei redditi. Sono ammesse in detrazione le spese di iscrizione (tasse e contributi) al corso di Laurea / Laurea magistrale.

Last update: 22/11/2023