Sostenibilità

Ca' Foscari dal 2010 si è dotata di una politica di sostenibilità attraverso il programma Ca' Foscari sostenibile, dal 2013 è stato avviato il progetto Campus Sostenibili, individuando in Treviso la sede pilota per sperimentare iniziative ed eventi di sensibilizzazione ambientale-sociale-economica.

Per tutti gli eventi di sostenibilità organizzati dall'ateneo è disponibile il calendario degli eventi sostenibili.

Contatti

Ca' Foscari sostenibile:  sostenibile@unive.it

Campus Treviso:  iniziative.treviso@unive.it

Università del Volontariato

Il volontariato nasce dalla spontanea scelta delle persone di offrire un servizio, gratuito e disinteressato, a singoli individui o ad una comunità, dedicando tempo, professionalità e passione.

Per rispondere in modo adeguato alle richieste che vengono rivolte ai volontari, è sempre più necessario possedere un sufficiente bagaglio di competenze umane, tecniche, settoriali e trasversali. Con lo scopo di offrire queste conoscenze qualificando i volontari e apportando di conseguenza nuove competenze al mondo del non-profit, nasce nel 2014 il progetto "Università del Volontariato", parte integrante del più ampio progetto d'Ateneo Ca' Foscari sociale.

Il progetto vede una fattiva collaborazione tra l'Università Ca' Foscari Venezia e il Coordinamento delle Associazioni di Volontariato della Provincia di Treviso, attraverso una condivisa programmazione didattica.

Contatti

Referente organizzativo: Marilisa Marian
 consulenze@trevisovolontariato.org - tel. 0422 320 191

Referente tutoraggio: Mariapia Scattareggia
 formazione@trevisovolontariato.org - tel. 0422 320 191

Referente studenti universitari: Wiem Ouertani
 treviso@unive.it - tel. 041-2346670

Di che cosa si tratta

L'Università del Volontariato è un iter formativo pensato per chi svolge attività di volontariato o desidera farlo. Il percorso ha la durata di un anno accademico, che si tiene nella sede universitaria del Campus Treviso a Palazzo San Paolo – Riviera Santa Margherita 76. Il percorso di studi prevede moduli differenziati e con il riconoscimento di crediti che andranno a comporre il totale necessario per l'attestato di frequenza.

Chi può partecipare

Il progetto è rivolto ad aspiranti volontari, ai volontari già attivi, ai membri di enti associativi (associazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, ONLUS, circoli ed Università della Terza Età), studenti in formazione, cittadini interessati che vogliono costruire e/o rafforzare il proprio impegno nel terzo settore.

Per gli studenti di Ca' Foscari è previsto il riconoscimento dei CFU all’interno del singolo corso di studio, previa valutazione del percorso formativo da parte del Collegio Didattico.

Corsi aperti a tutti

 

Le lezioni specialistiche sono aperte a tutti: corsisti dell'Università del Volontariato, volontari delle organizzazioni del territorio, cittadini e studenti interessati.

Sono lezioni innovative, divertenti, pratiche, spendibili nell'organizzazione d'appartenenza e per cultura personale, distribuite in tutto l'anno accademico dell'Università e per lo più frequentabili in orario pomeridiano.
Sono tenute da formatori di Volontarinsieme - CSV Treviso, da docenti universitari ed esperti che provengono da enti di ricerca, da società profit, da altri soggetti del terzo settore, e sono destinati a migliorare il pensiero e l'azione di chi è impegnato per contribuire alla coesione sociale delle nostre comunità.

La frequenza alle lezioni è libera e gratuita.
È possibile iscriversi in qualsiasi momento inviando un'e-mail a  formazione@trevisovolontariato.org.

Edizioni precedenti

La classe dell'anno accademico 2019/2020 era formata da 26 persone che sono state selezionate su base motivazionale tra coloro che hanno inviato la richiesta di iscrizione.

Il percorso si è concluso ufficialmente venerdì 20 novembre 2020 con una cerimonia online, con la consegna virtuale degli attestati di frequenza ai corsisti della 6° edizione e il benvenuto ai corsisti della 7° edizione.

La classe dell'anno accademico 2018/2019 era formata da 29 persone -  di cui 4 studentesse cafoscarine - che sono state selezionate su base motivazionale tra coloro che hanno inviato la richiesta di iscrizione.

Il percorso si è concluso ufficialmente venerdì 21 giugno 2019 con la consegna degli attestati di frequenza, avvenuta presso l'Aula Magna di Palazzo San Leonardo, da parte del delegato del rettore alla Sostenibilità Fabio Pranovi e del Presidente di Volontarinsieme - CSV di Treviso Alberto Franceschini, e con l'intervento "Formarsi per scoprire e mettere al lavoro le risorse diffuse della comunità locale" a cura di Franco Floris.

file pdfLa riforma del Terzo Settore e la costruzione di reti sociali e associative
Alemanno Alessandro
454 K
file pdfWelfare pubblico e Terzo Settore
Annunziata Vincenzo
852 K
file pdfI benefici dell'amministratore di sostegno
Bonacina Ruggero
590 K
file pdfIl fenomeno migratorio: Diritti dei Rifugiati, Richiedenti Asilo e Protezione Internazionale
Bonagura Antonio
1.71 M
file pdf"Proteggere senza mortificare". La dignità e la volontà della persona al centro della normativa
Brunello Marzia
710 K
file pdfLe società di mutuo soccorso: dall’800 ai giorni nostri
Cacciatori Elena
634 K
file pdfLa sicurezza nelle pubbliche manifestazioni. Un esempio di come nel Volontariato non basti la buona volontà
Camuffo Gianfranco
4.93 M
file pdfLa riforma del Terzo Settore – novità amministrative e adempimenti civilistici e fiscali
Catelli Alessandro
0.97 M
file pdfIl maschio maltrattante – La crisi di un modello culturale.
De Pellegrin Stefania
916 K
file pdfL’arte di narrare storie tra passato e contemporaneità
De Pin Chiara
649 K
file pdfTra madre e figlio. Un dialogo sul volontariato.
Furlanetto Rita
0.95 M
file pdfParole senza voce - La Comunicazione Digitale.
Gallina Alessandra
628 K
file pdfIl Trasporto Sociale a Castelfranco Veneto
Lunati Lorenzo Arturo
1.01 M
file pdfMigrazione, cambiamento climatico e donne
Mion Arianna
1.22 M
file pdfIeri, oggi e domani. Il tempo della sostenibilità
Moscon Martina
824 K
file pdfLa Riforma Terzo Settore e la valutazione di impatto sociale
Muratore Maria Luisa
0.98 M
file pdfLa "questione" migratoria. Tra manipolazioni e verità
Musarra Tubbi Tiziano
1.38 M
file pdfL’utilizzo dei ‘Media Device’ da parte di bambini, preadolescenti e adolescenti e il ruolo di genitori ed educatori
Panizzutti Gianbruno
1.44 M
file pdfIl piccolo rifugio. Come a casa...
Pezzutto Rosa
413 K
file pdfFormazione innovativa e condivisione. Sorgenti perenni per nuove trasformazioni.
Piovan Giovanni
751 K
file pdfVoglia di comunità: riabitiamoci.
Sartorato Marta
1.24 M
file pdfL'esperienza parola. La parola come veicolo di informazioni ed esperienze
Serri Simonetta
2.69 M
file pdfLa raccolta fondi nelle piccole associazioni
Vettoretto Silvia
743 K
file pdfL’equazione della pena in Italia fa saltare i conti di Governo e società civile
Valente Francesca
363 K

La classe dell'anno accademico 2017/2018 era formata da 28 persone -  di cui 9 studenti cafoscarini - che sono state selezionate su base motivazionale tra coloro che hanno inviato la richiesta di iscrizione.

Il percorso si è concluso ufficialmente venerdì 22 giugno 2018 con la consegna degli attestati di frequenza, avvenuta presso l'Aula Magna di Palazzo San Leonardo, da parte del delegato rettorale alla Sostenibilità Fabio Pranovi e del Presidente di Volontarinsieme - CSV di Treviso Alberto Franceschini, e con l'intervento su "Valutazione di impatto sociale e imprenditorialità sociale", a cura di Matteo Vianello.

file pdfLa prassi del facilitatore nei gruppi di auto mutuo aiuto
Battistella Alessia
451 K
file pdfLa reciprocità del dono. Appunti di viaggio
Bavaresco Fabiana
666 K
file pdfTreviso in "Rosa". Equilibrio imperfetto. Donne alle prese con la politica, l'imprenditoria e l'associazionismo
Bortolon Rosanna
893 K
file pdfVolontariato: luogo di reale incontro tra le generazioni
Busato Antonella
454 K
file pdfIl contributo del volontariato ad una cultura di pace e di non violenza
Campo Lucia
897 K
file pdfIl terzo settore: la giungla dove il network si mangia & la coprogettazione di beve
Cavalieri Erika
625 K
file pdfModello associativo
Cazzato Alessandro
1.56 M
file pdfTalking Hands una realtà di accoglienza e inclusione: spunto di riflessione sui Centro di Accoglienza Straordinaria e sui progetti per l’integrazione partendo dalla Persona, non dallo Straniero, dal Diverso, dall’Emarginato.
Comin Miriam
720 K
file pdfGame over - torno con i piedi per terra ora punto tutto su di me perchè guarire si può vincere un sogno è un sogno – perdere una realtà
Dani Franco
514 K
file pdfLa finanza sociale: un motore di innovazione per lo sviluppo sostenibile
Dugo Isabella
1.17 M
file pdfLo scorrere del tempo e l'azione del volontariato
Gallina Adriana
669 K
file pdfLa sfida per un welfare sostenibile? Da ipotesi a realtà
Improta Italo
1.19 M
file pdfFare comunicazione sociale: efficacia o utopia?
Liberali Stefania
682 K
file pdfLa Generatività. Come rendere possibile il pensiero di welfare generativo e di economia civile
Marcon Andrea
787 K
file pdfIl ruolo dei volontari nella società che invecchia, tra bisogni degli anziani fragili e bisogni propri. Esempi di valorizzazione e di creazione di capitale sociale
Nardi Geminiano
0.92 M
file pdfPrendersi cura nel fine vita
Pasqualini Eleonora
545 K
file pdfProtagonisti del Terzo Settore
Perale Stefano
679 K
file pdfLa salvaguardia del territorio dal degrado ambientale
Piva Gabriella
526 K
file pdfQuell'autobus per il Festival del Fundraising
Purin Marco
335 K
file pdfFemminismo e immigrazione. Progetto di sensibilizzazione al valore della donna
Rizzo Sara
558 K
file pdfDis-abilità: una risorsa per l'umanità
Rorato Annarita
810 K
file pdfLa vita che cambia. Il lutto e la sua elaborazione
Scopece Filomena
489 K
file pdfGravidanza e migrazione: una sfida nella sfida
Spessotto Giulia
0.94 M
file pdfPer un'etica dell'abitare. Abitare restando stranieri
Vannucci Maria Cristina
681 K
file pdfBuone pratiche per favorire la motivazione dei volontari nelle associazioni
Vieceli Serena
0.93 M
file pdfMarketing e sviluppo del Terzo Settore
Volpato Julija
1.73 M
file pdfPensare globale, agire locale: volontariato e promozione del protagonismo giovanile
Zabotto Laura
566 K

La classe dell'anno accademico 2016/2017 era formata da 30 persone -  di cui 10 studenti cafoscarini - che sono state selezionate su base motivazionale tra coloro che hanno inviato la richiesta di iscrizione.

Il percorso si è concluso ufficialmente venerdì 23 giugno 2017 con la consegna degli attestati di frequenza, avvenuta presso l'Aula Magna di Palazzo San Leonardo, da parte del delegato rettorale alla Sostenibilità Fabio Pranovi e del Presidente di Volontarinsieme - CSV di Treviso Alberto Franceschini, e con l'intervento su "Volontariato, capitale sociale e sviluppo economico" del prof. Giancarlo Corò, Direttore del Centro Interdipartimentale SELISI di Treviso.

file pdfAssociazionismo e sviluppo economico
Bacco Valentina
397 K
file pdfIl nostro oggi per il loro domani
Baschiera Lisa
727 K
file pdfVolontariato fluido. Nuove norme di cittadinanza attiva
Binotto Simone
540 K
file pdfPovertà e povertà sanitaria in Italia: il ruolo della Fondazione Banco Farmaceutico
Cama Maria
659 K
file pdfConto su di te
Carrara Elena
914 K
file pdfCome evitare il rischio di personalizzazioni all'interno di un'associazione di volontariato. Strategie organizzative
Cattai Dominique
429 K
file pdfSeguo le tue impronte. La relazione d'aiuto interconnessa alla generatività
Citran Antonella
1.15 M
file pdfLa condizione dei richiedenti asilo nella provincia di Belluno
Colotto Gabriela
6.90 M
file pdfIl senso del volontariato come risposta
Corò Anna
762 K
file pdfTu si que vales e l'azienda può promuovere il volontariato?
Crosato Marta
565 K
file pdfIl dilemma etico dell'immigrazione
Damiani Benedetta
431 K
file pdfOra di Liber
De Carli Federica
587 K
file pdfGirl power club
Durighello Elisa
1.04 M
file pdfMigranti: un problema di accoglienza ancora disorganica
Favero Michela
891 K
file pdfScrivimi di te: come la scrittura può diventare terapeutica. Esperienze all'interno dell'Istituto Penale Minorile di Treviso
Fraccaro Marino
0.90 M
file pdfVolontariato: voglio volere
Gassirà Serena
543 K
file pdfCome creare accoglienza nelle associazioni e nei gruppi di volontariato
Gava Annamaria
463 K
file pdfPolitiche pubbliche e volontariato: quale genere di bilancio può servire
Guizzo Sara
658 K
file pdfLa legittimazione della rabbia
Lucchetta Roberto
560 K
file pdfAnziani non autosufficienti e assistenza domiciliare. Presente e futuro
Maschio Paolo
325 K
file pdfVolontà e volontariato
Parigi Francesco
676 K
file pdfCamminiamo insieme... Piccoli passi verso un grande traguardo. Viaggio nel piccolo mondo di un "Erasmus arcobaleno"
Pavan Clara
737 K
file pdfLa logica organizzativa delle organizzazioni di volontariato e i fattori che possono condizionarla - un caso pratico
Primicerio Alfredo
558 K
file pdfIstruzione di qualità. La diversità culturale come opportunità all'interno del quarto obiettivo dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Roldo Elisa
598 K
file pdfEccedenze alimentari: da spreco a risorsa
Santomaso Roberto
457 K
file pdfLa gestione di una associazione: aspetti operativi
Sartori Alberto
490 K
file pdfLa libertà è partecipazione. Dalla consapevolezza alla cittadinanza attiva
Scroccaro Paola
0.95 M
file pdfDall'interdizione e inabilitazione all'amministratore di sostegno. Percorso a tutela dell'autodeterminazione e centralità della persona
Tollardo Mario Luciano
558 K
file pdfL'arte, la cultura e la conoscenza come forme di integrazione
Zikovich Jelena
1.68 M

La classe dell'anno accademico 2015/2016 era formata da 33 persone -  di cui 8 studenti cafoscarini - che sono state selezionate su base motivazionale tra le 150 che hanno inviato la richiesta di iscrizione.

Il percorso si è concluso ufficialmente venerdì 24 giugno 2016 con la consegna degli attestati di frequenza, avvenuta presso l'Aula Magna di Palazzo San Leonardo, in presenza del rettore Michele Bugliesi, del Presidente di Volontarinsieme - CSV di Treviso Alberto Franceschini, e con l'intervento su "Sfide e dilemmi del volontariato nel nostro tempo e nelle nostre società" della prof.ssa Francesca Campomori, Phd in Political Science dell'Università Ca' Foscari Venezia.

file pdfCrisi dell'associazionismo migrante: analisi preliminare del fenomeno
Annicchiarico Anna
334 K
file pdfEssere volontari per diventare partecipativi e rappresentativi
Barbazza Monica
200 K
file pdfIl volontariato come strumento della programmazione dei servizi sociali
Basso Cristina
340 K
file pdfVolontariato: luogo di reale incontro tra le generazioni?
Barro Liana
182 K
file pdfSapere, saper fare e saper essere - il Volontario-persona
Boscato Vanna
559 K
file pdfAmministratore di sostegno. Posso darti una mano? (La centralità della persona nell'AdS)
Buffon Michela
228 K
file pdfLa qualità della vita di una associazione
Busetti Isabella
710 K
file pdfTuristanchio! No tu no!
Candeago Eldo
1.22 M
file pdfLa dimensione dei valori negli interventi di sviluppo e il loro impatto a livello sociale, economico e politico
Cavallin Nadia
172 K
file pdfWelfare community e volontariato: tre esempi nella provincia di Belluno
Collazuol Stefano
127 K
file pdfIl progetto di rientro volontario in patria
Diop Fatima
1.44 M
file pdfL'immigrazione al femminile
Filippetto Cristiana
1.09 M
file pdfProviamo a fare il volontariato. Insegnare il servizio a ragazzi di 17 anni
Franceschini Erika
96 K
file pdfI social network per il volontariato - le associazioni nell'era della comunicazione digitale
Gogu Giorgiana
1.08 M
file pdfIl volontariato. L'incontro tra diversità
Mutti Tiziana Maria
187 K
file pdfCome coltivare motivazione e creare accoglienza nel no profit. Un caso pratico: ONG bambini nel deserto Onlus
Pagin Sara
218 K
file pdfCoinvolgere i giovani
Pin Michela
481 K
file pdfIl volontariato in Europa: diversi percorsi storici a confronto
Quintavalli Sofia
297 K
file pdfFare Fund Raising: l'esempio di ADVAR
Ranucci Giancarlo
830 K
file pdfAffidamento in prova ai servizi sociali: educare al bene attraverso il bene
Scattareggia Maria Pia
0.96 M
file pdfLe organizzazioni di volontariato e i volontari
Simonella Renato
1.21 M
file pdfPianeta volontario
Stefanello Isabella
0.92 M
file pdfVolontariato e Istituzioni. La sinergia per l'umanizzazione della cura, con rif.to al percorso senologico della Ulss 9 - Treviso
Tonon Manuela
1.00 M
file pdfIl cammino della disabilità: dalle scuole speciali a quelle inclusive
Tosello Luisa
750 K
file pdfI Centri di Servizio per il Volontariato tra situazione presente, riforma del Terzo Settore e prospettive di finanziamento
Tottolo Francesco
273 K
file pdfPer un volontariato di emergenza che esce dall'emergenza
Vicini Graziella
656 K
file pdfLa qualità di vita di un'associazione. Un piccolo progetto per mettere "tutti" al centro
Zanella Sandra
272 K
file pdfQuinto Spazio Giovani, dai giochi al sociale
Zotti Johannes
342 K

La classe dell'anno accademico 2014/2015 era formata da 32 persone -  di cui 10 studenti cafoscarini - che sono state selezionate su base motivazionale tra le 120 che hanno inviato la richiesta di iscrizione.

Il percorso si è concluso ufficialmente venerdì 26 giugno 2015 con la consegna degli attestati di frequenza, avvenuta presso l'Aula Magna di Palazzo San Leonardo, in presenza del rettore Michele Bugliesi, del Presidente di Volontarinsieme - CSV di Treviso Alberto Franceschini, di Fondazione Cassamarca e del Sindaco di Treviso Giovanni Manildo.

file pdfNuove povertà ed emergenze educative
Anna Cristina Andreatta
808 K
file pdfLa gestione della leadership nelle organizzazioni di volontariato
Elena Angelini
564 K
file pdfServizio civile, il cambiamento
Paola Benvegnù
199 K
file pdfProfili di un volontario che lavora per i poveri
Marco Berdusco
459 K
file pdfLa responsabilità
Elisa Bertoncello
1.05 M
file pdfDa messer Domineddio al fund raising su misura
Monica Tania Bortoletti
0.91 M
file pdfL'agricoltura sociale nell'evoluzione del sistema di welfare
Nicolò Bortoletto
377 K
file pdfIl territorio per il volontariato. Il volontariato per il territorio
Vania Bottacin
356 K
file pdfVolontariato e nuove emergenze sociali. Come il volontariato può sostenere l'inserimento ed il reinserimento lavorativo
Jacopo Cassano
827 K
file pdfPerchè accogliere bene fa del bene
Marina Cenzo
339 K
file pdfPrimo esempio organizzato di fundraising in LILT ( per acquisto macchina elettrochemioterapia)
Rita Cian
810 K
file pdfLa prima accoglienza dell'utente: riflessioni su diversi approcci
Concetta Conson
371 K
file pdfAREP Onlus (Associazione Rieducativa Ente Privato) Una testimonianza di impegno sociale e socio sanitario
Emiliano Conte
1.08 M
file pdfFundraising e crowdfunding: due banche a confronto
Chiara Velini
619 K
file pdfLa biblioteca sociale: un nuovo modello per la nuova città
Fiamma De Salvo
1.33 M
file pdfIl granello di senape, metafora di un itinerario di crescita di un'umanità più solidale
Milva Ferraro
677 K
file pdfMovimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa: nascita, organizzazione e rilevanza nel processo di sviluppo del Diritto Internazionale Umanitario
Lucia Iacovone
131 K
file pdfContrastare lo spreco alimentare: dal recupero delle eccedenze alla sensibilizzazione. Il volontariato alimenta le coscienze
Fabio Marchesin
534 K
file pdfAttività nella Lega Italiana per la lotta contro i tumori
Nicoletta Marin
255 K
file pdfInnovazione sociale
Sonia Marioni
1.49 M
file pdfI gruppi di auto mutuo aiuto. Partendo dall'ascolto, il cambiamento è nel "conTesto"
Silvia Martimbianco
239 K
file pdfVolontariato: da un'idea a un progetto; da un progetto a un processo
Elisabetta Pasqualetto
370 K
file pdfSostenibilità dal/al mondo attraverso il commercio equo
Arianna Pasqualin
17.27 M
file pdfIl volontariato tra sogno, realtà e speranza
Miriam Pilon
270 K
file pdfVolontariato: luogo di reale incontro tra le generazioni?
Loredana Pivato
98 K
file pdfIl Dono Generativo
Giacomo Prete
163 K
file pdfAmministratore di sostegno
Alessandra Sartori
1.26 M
file pdfIl motivatore che è in noi. Verso una cittadinanza 2.0
Carmen Sartori
204 K
file pdfEducazione e volontariato: strumenti per la sostenibilità ambientale, culturale e socio-economica
Sara Stemberger
0.93 M

Competenze di sostenibilità

Gli studenti del Campus Treviso possono acquisire durante il loro percorso di studi le cosiddette competenze di sostenibilità, sulla base di attività volontarie, con l’erogazione di 1 CFU extracurriculare che verrà incluso nella carriera universitaria dello studente e quindi riportato nell’estratto degli esami sostenuti.

Grazie alle attività che permettono di acquisire il CFU, gli studenti avranno modo di approfondire uno dei molteplici aspetti della sostenibilità, ampliando le proprie conoscenze in questo campo, a cui anche il mondo dell’imprenditoria sta dedicando sempre maggiore attenzione.

Gli studenti interessati devono concordare con il docente referente – il prof. Stefano Soriani – il tema da affrontare e le modalità di svolgimento. Le attività che permettono di acquisire le competenze spaziano dalla frequenza a seminari e workshop, allo svolgimento di ricerche bibliografiche o scientifiche, alla realizzazione di attività sul campo, da svolgere individualmente o in gruppo. Al termine dell’attività, lo studente è tenuto a presentare al docente un elaborato finale, che può essere una tesina o un altro tipo di prodotto (ad esempio, una relazione o un breve video), coerente con il carico di lavoro previsto per 1 CFU.

Alcuni esempi di tematiche e tipologie di elaborati per l’acquisizione del credito di sostenibilità svolti dagli studenti del Campus di Treviso:

  • “La sostenibilità degli eventi – La certificazione ISO 20121”: tesina di Djamila Baroni;
  • “Treviso – Campus Sostenibile”: tesina di Katia Soccal basata sui risultati di un questionario inviato a tutti gli studenti del Campus;
  • “Strategie per la riduzione del consumo d’acqua in bottiglia”: progetto presentato al concorso “Il mio campus sostenibile” di Valentina Platzgummer;

Gli studenti che conseguono il CFU vengono citati durante la cerimonia di proclamazione delle lauree che si svolge a Treviso e viene loro consegnato un attestato stampato su Carta Shiro Alga, gentilmente offerta da Favini srl.

BookCrossing

L’iniziativa è indirizzata a tutta l'utenza (studenti, docenti, contrattisti, assegnisti, studiosi, dottorandi, ecc.) e ha lo scopo di favorire la diffusione e lo scambio culturale promuovendo nel contempo la sostenibilità di Ateneo.

Non lasciate dunque che i vostri libri rimangano silenziosamente nella libreria di casa oppure in qualche scatolone in cantina: trasformateli invece nuovamente in una risorsa preziosa per formare altre menti, dando così il vostro contributo attivo per migliorare la società. Ricordatevi che il BookCrossing è una libreria a scaffale aperto, potete quindi restituire i libri precedentemente ritirati e metterli a disposizione, così, di tanti altri studenti che apprezzeranno il libro dopo di voi.

Il BookCrossing è un modo per dare nuova vita ai libri usati con un semplice gesto di consapevolezza e generosità. Con questo progetto, il Campus Treviso vuole mettere a disposizione dei suoi studenti e dell’intera comunità uno spazio sostenibile dedicato alla condivisione e alla riduzione degli sprechi. 

Questa piccola libreria a scaffale aperto è la prima Little Free Library ufficiale del Veneto, e rientra quindi in una rete di public bookshelves diffusa in tutto il mondo. Il BookCrossing del Campus ne condivide dunque lo spirito del take a book...return a book.

Raccolta differenziata

Dal 13 novembre 2013 nel complesso San Paolo è stata avviata la Raccolta Differenziata, partita in anticipo rispetto alla raccolta porta a porta nella città di Treviso e accompagnata da una specifica campagna di sensibilizzazione e informazione verso studenti, docenti e personale.

Il gestore dei rifiuti è Contarina S.p.A., con la quale sono state studiate le esigenze della sede trevigiana ed è stato sviluppato un piano per il posizionamento dei contenitori. Dal 14 maggio 2014 anche il giardino del Campus è stato dotato dei contenitori per la raccolta differenziata, portando così a completamento il progetto.

file pdfCartelli
I cartelli informativi sono stati realizzati grazie alla collaborazione di Contarina spa, dei docenti e CEL, degli studenti. Sono collocati in prossimità di ciascuna isola ecologica, e riportano le tipologie di rifiuti in quattro lingue: italiano, inglese, spagnolo e cinese.
0.95 M

Last update: 01/12/2021