Covid-19: le misure di Ca' Foscari

Ripresa delle attività didattiche a settembre

Da settembre Ca’ Foscari ha ripreso l'attività didattica in presenza. Lezioni e laboratori si svolgono in aula, accogliendo il maggior numero di persone possibile.
Fino al 31 dicembre le lezioni saranno fruibili anche da remoto - da tutte le studentesse e gli studenti - esclusivamente in diretta streaming. Per alcune categorie di studenti specifiche e certificate sono previsti servizi di supporto allo studio.
Per accedere alle aule e alle biblioteche sarà necessario indossare la mascherina e possedere una certificazione verde Covid-19 (Green Pass) in corso di validità.

Aumento capienza aule e biblioteche al 100%

Da lunedì 25 ottobre 2021 la capienza delle aule e delle biblioteche torna al 100%. Rimane obbligatorio prenotare il proprio posto e confermare la propria presenza a ciascuna lezione prenotata, tramite l’app o il sito delle prenotazioni.
Per tutto il primo semestre resta confermata anche la didattica in streaming. L'Ateneo continuerà a monitorare gli ingressi e il green pass.
Le aule che, in alcune fasce orarie, restano libere possono essere utilizzate dagli studenti come spazi-studio o per seguire le lezioni in streaming. Queste aule mantengono la capienza massima del 50%. Rimane l'obbligo di indossare la mascherina.

Misure di Ateneo per il personale

Covid-19: informazioni per docenti e staff

Covid-19: informazioni per docenti e staff

Disposizioni per l'attività lavorativa  
Continuità e sicurezza nell'erogazione dei servizi e certificazione verde Covid-19

Durante l'emergenza epidemiologica l'Ateneo è rimasto sempre operativo, assicurando le attività di prevenzione e gestione del rischio, estendendo il ricorso al lavoro agile e garantendo la continuità e la sicurezza nell'erogazione dei servizi. È stata lanciata una campagna di crowdfunding, aperta alla comunità cafoscarina e al territorio, destinata al diritto allo studio sostenere gli studenti in difficoltà.

Il D.L. 6 agosto 2021 n. 111 prevede che dal 1° settembre al 31 dicembre 2021 tutto il personale universitario, sia docente che tecnico amministrativo, debba essere in possesso della certificazione verde Covid-19. L'obbligo del possesso della certificazione verde Covid-19 non si applica al personale esente dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica.

Comportamenti anti-contagio

  • Utilizza sempre la mascherina nei luoghi chiusi, tranne a casa, e all'aperto se non sei isolato
  • Evita abbracci e strette di mano. Mantieni una distanza interpersonale di almeno 1 metro
  • Evita di toccarti bocca, naso e occhi con le mani. Tossisci e starnutisci su un fazzoletto monouso oppure nella piega del gomito
  • Se hai la febbre (oltre 37.5°) o altri sintomi influenzali (tosse e/o mal di gola e/o raffreddore) resta a casa e chiama il tuo medico di base oppure il 118 nella Regione del Veneto. In caso di dubbi o sospetti contatta il numero di riferimento Regionale 800 462 340, mentre per informazioni in genere chiama il 1500. È vietata ogni forma di accesso ai locali dell’Ateneo alle persone destinatarie di un provvedimento di quarantena

Che cosa sono SARS-CoV-2 e Covid-19?

Un nuovo coronavirus è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente mai identificato nell'uomo.
Nella prima metà del mese di febbraio un nuovo coronavirus segnalato a Wuhan, in Cina, è stato chiamato "Sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2" (SARS-CoV-2).
Sempre nella prima metà del mese di febbraio l'OMS ha annunciato che la malattia respiratoria causata dal nuovo coronavirus è stata chiamata Covid-19. La nuova sigla è la sintesi dei termini CO-rona VI-rus D-isease e dell'anno d'identificazione, 2019.

Quali sono i sintomi?

I sintomi più comuni di una persona con Covid-19 sono: febbre, tosse e stanchezza.
Alcune persone si infettano ma non sviluppano alcun sintomo

Trasmissione

Il nuovo coronavirus SARS-CoV-2 è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso il contatto con le goccioline del respiro delle persone infette, ad esempio tramite:

  • la saliva, tossendo e starnutendo
  • contatti diretti personali
  • le mani, ad esempio toccando con le mani contaminate (non ancora lavate) bocca, naso o occhi

La principale via di trasmissione del virus, secondo l’OMS, in base ai dati attuali disponibili, avviene attraverso il contatto stretto con persone sintomatiche. 

Approfondimenti

Web magazine CafoscariNEWS  
Interventi, studi e iniziative dell'Ateneo sul tema Coronavirus

Cafoscarina vince il Graduate Student Award per gli studi sulla Cina

Alessia Iurato, dottoranda del programma di studi sull’Asia e sull’Africa di Ca’ Foscari, è stata selezionata dal comitato dell’Hawai’i International Conference on Chinese Studies (HICCS) come vincitrice dell’HICCS Graduate Student Award 2022 per il suo paper di linguistica. L’abbiamo intervistata per conoscere da vicino la sua ricerca, ma anche per soffermarci sulla situazione di dottorandi e ricercatori a quasi due anni dall'inizio della pandemia.

Contagio indoor quasi azzerato dalle norme

Con mascherina, distanziamento e ricambio d’aria, nei luoghi pubblici al chiuso il rischio di trasmissione in aria del Sars-Cov-2 è inferiore al minimo rilevabile. Lo evidenzia uno studio condotto per la prima volta in Italia, da Cnr,  Ca' Foscari e Istituto Zooprofilattico sperimentale della Puglia e della Basilicata

Coronavirus e migrazione: l'impatto di una crisi sanitaria mondiale

“The Coronavirus Crisis and Migration” nella rivista Two Homelands, 'guest editors' Francesco Della Puppa e Fabio Perocco, è uno dei primi lavori internazionali che esamina le conseguenze della pandemia sulle condizioni sanitarie, lavorative, amministrative e abitative di immigrati, migranti e richiedenti asilo.