Piano strategico 2021-2026

La nostra missione

Promuovere il progresso, attraverso una ricerca d’eccellenza, in grado di affrontare le sfide globali e di avere un impatto trasversale fra le varie discipline. Promuovere un’esperienza di studio trasformativa, un’offerta didattica ispirata dalla ricerca e guidata dalle esigenze dei portatori d’interessi, una vita studentesca piena e coinvolgente. Attrarre e sostenere una comunità diversificata e internazionale di docenti, ricercatori e studenti nel cuore di una città unica al mondo. Agire come istituzione trasparente e responsabile che, grazie all’eccellenza accademica, promuove l’innovazione e lo sviluppo socioeconomico e culturale, in attuazione di una sostenibilità pervasiva.

La visione  
Università Ca’ Foscari Venezia: ponte per il futuro

È proprio il ‘futuro’ il concetto chiave, il filo rosso della visione “Ca Foscari 2026”.
La domanda quindi che è necessario porsi è “Come dovrà essere Ca’ Foscari nel 2026, al termine del mio mandato da Rettrice, per continuare a perseguire, con sempre maggiore efficacia, la missione definita nello Statuto?”.
La seconda domanda a cui dobbiamo rispondere è: “Cosa dobbiamo fare in questi anni per far sì che tale visione si trasformi in realtà?”.

Rettrice Tiziana Lippiello

  • Flagship 1: Ca’ Foscari per Venezia: un grande laboratorio aperto dove si lavora alle sfide del futuro
  • Flagship 2: Ca Foscari: motore culturale per la città di Venezia
  • Flagship 3: diventare punto di riferimento scientifico per le tematiche della sostenibilità
  • Flagship 4: la formazione di Ca’ Foscari deve diventare il punto di riferimento per lo sviluppo di competenze chiave in grado di agire sul futuro e di rispondere alle sue sfide
  • Flagship 5: città per i cafoscarini, cafoscarini per la città
  • Flagship 6: organizzazione agile: nuovi modelli organizzativi e sfida digitale: essere esempio di innovazione nella PA
  • Flagship 7: inclusione, giustizia sociale, parità di genere

Strategia 2026 per la ricerca

Assi strategici

Creare un ambiente favorevole alla ricerca di qualità attraverso:

  • spazi di collaborazione tra competenze disciplinari diverse
  • infrastrutture e servizi a sostegno della ricerca
  • creazione e sviluppo di partnership internazionali
  • incentivi e servizi a sostegno della progettualità competitiva
  • reclutamento di qualità
  • valorizzazione del potenziale dei ricercatori a inizio carriera in qualità di principal investigator

Obiettivi di missione

  1. Migliorare e valorizzare la qualità della ricerca Migliorare la qualità, l’impatto e la comunicazione della produzione scientifica
  2. Rafforzare la progettualità
  3. Rafforzare l’internazionalizzazione

Obiettivi caratterizzanti

  1. Rafforzare la ricerca interdisciplinare e innovativa
  2. Potenziare il rapporto con il territorio anche in un’ottica internazionale

Strategia 2026 per la didattica

Assi strategici

  • Promuovere la transdisciplinarità dell’offerta formativa finalizzata alla formazione di giovani con competenze in linea con le sfide del futuro
  • Riprogrammare l’offerta formativa di I, II e III livello, puntando a garantire la qualità della didattica attraverso il giusto rapporto tra docenti e studenti, nel rispetto delle diversità delle aree disciplinari
  • Ribadire la natura di Ca’ Foscari come università “in presenza”, valutando le opportunità di forme di didattica mista oppure online per costruire una didattica integrata ed ampliare l’accesso alla formazione universitaria

Obiettivi di missione

Un’educazione di qualità, integrata, trasversale e sostenibile.

  1. Didattica sostenibile
  2. Potenziamento attività di stage (tirocini) e orientamento al lavoro
  3. Mobilità studentesca internazionale per crediti
  4. Mobilità studentesca internazionale per titoli
  5. Offerta formativa di double e joint degree
  6. Programmazione europea ed European Universities
  7. Trasformazione e interoperabilità generale dell’Ateneo
  8. Cogliere nuove opportunità in aree geopolitiche in fase di crescita in affiancamento col MAECI e con un bacino di studenti internazionali interessati all’Italia e all’Europa
  9. Migliorare il posizionamento nelle reti transnazionali e nei ranking
  10. Accelerazione sul fronte dello sviluppo delle attività di formazione post diploma

Obiettivi caratterizzanti

  1. Progettazione di nuovi corsi di studio professionalizzanti e internazionali e aggiornamento dell’offerta formativa rivolta al futuro, in un’ottica di sostenibilità, che promuova la collaborazione tra dipartimenti e l’interdisciplinarità
  2. Ripensare le modalità di erogazione e fruizione dell’offerta formativa: verso una didattica integrata e trasversale

Strategia 2026 per la terza missione

Assi strategici

  • Contribuire allo sviluppo del territorio, della società civile e valorizzare la conoscenza prodotta secondo le caratteristiche distintive delle diverse aree disciplinari
  • Promuovere l’imprenditorialità, l’innovazione e l’impatto per inserire giovani altamente professionalizzati nel sistema produttivo e culturale
  • Creare una rete di collaborazione strutturata, diffusa ed efficiente, in grado di collaborare in modo dinamico per la valorizzazione della conoscenza, la creazione di valore e la generazione di impatto sociale, economico e culturale
  • Garantire “spazi” di lavoro e collaborazione finalizzati a sostenere le iniziative di terza missione

Obiettivi di missione

  1. Consolidare i rapporti con le istituzioni del territorio affinché gli studenti diventino i primi abitanti e fruitori consapevoli dei beni culturali diffusi
  2. Potenziare la collaborazione con partner internazionali anche con lo scopo di promuovere il territorio, gli studenti e le attività dell’Ateneo

Obiettivi caratterizzanti

  1. Creare valore per il territorio promuovendo un ecosistema che diventi un acceleratore di progetti e attività che coinvolgano istituzioni culturali, organizzazioni economiche, produttive e professionali, finalizzati al trasferimento tecnologico e alla valorizzazione delle conoscenze
  2. Incentivare attività che coinvolgano la società civile e la cittadinanza
  3. Promuovere la produzione e la gestione di attività artistiche e culturali

Strategia 2026 per i servizi agli studenti

Assi strategici

  • Promuovere, lungo tutto il processo formativo, servizi personalizzati per categoria di studenti, al fine di massimizzare il valore creato per gli stessi sulla base delle diverse esigenze, favorendo così l’inclusione e l’estensione della platea di studenti
  • Garantire forme di sostegno agli studenti meritevoli e privi di mezzi
  • Promuovere la residenzialità nel centro storico di Venezia

Obiettivi caratterizzanti

  1. Promuovere servizi personalizzati per categoria di studenti sulla base delle differenti esigenze, favorendo così l’inclusione e l’estensione della platea di studenti, attraverso forme di sostegno agli studenti meritevoli e privi di mezzi
  2. Favorire la residenzialità nel centro storico di Venezia

Strategia 2026 per le infrastrutture

Assi strategici

  • Ripensare come un sistema integrato le infrastrutture fisiche e digitali funzionali alla didattica, ai servizi agli studenti, alla ricerca e alla terza missione, come definite dalla vision CF 2026
  • Garantire facilities avanzate tecnologicamente alla ricerca, per rendere competitivi i ricercatori e creando un ambiente attrattivo per il reclutamento di qualità
  • Promuovere azioni volte alla piena attuazione della sostenibilità e al benessere nell’utilizzo degli spazi, fisici e digitali

Obiettivi caratterizzanti

  1. Consolidamento dei server per la ricerca su una infrastruttura di Ateneo
  2. Offrire ai ricercatori un unico ambiente virtuale per accedere all’informazione scientifica
  3. Allineare le politiche di qualità e di trasparenza della ricerca di Ateneo con le policies della European Research Area e dell’Open Science e implementare servizi e strumenti secondo le best practice internazionali, così come richiesto nella Horizon Europe della scientific collaboration, nel PNR 2021-27 e nel PNR per la scienza aperta 2021-27
  4. Perfezionare/integrare un vero e proprio service analitico di Ateneo a vantaggio di tutti i gruppi di ricerca, permettendo a Ca’ Foscari di offrire un servizio concreto di supporto al territorio
  5. Realizzare un modello di ambiente di apprendimento integrato
  6. Adeguare gli spazi per studenti e personale e aumentare il patrimonio immobiliare
  7. Rendere gli spazi e le procedure più resilienti e flessibili, accessibili, meno energivori e più efficienti, riducendo e razionalizzando il consumo di risorse

Strategia 2026 per l’organizzazione agile

Assi strategici

  • Ripensare l’organizzazione, intesa come strutture, sistemi e processi, finalizzandola al raggiungimento degli obiettivi strategici, anche in un’ottica di semplificazione
  • Sfruttare le opportunità normative e tecnologiche per contribuire, attraverso un soddisfacente equilibrio tra lavoro e vita privata, alla creazione di un ambiente lavorativo adatto all’erogazione di prestazioni di qualità
  • Mettere al centro il mantenimento e lo sviluppo di competenze chiave in grado di garantire le prestazioni attese e il perseguimento della mission istituzionale

Obiettivi di missione

  1. Valorizzazione di tutte le professionalità a Ca’ Foscari in funzione dei cambiamenti organizzativi, dell’offerta formativa, della ricerca e della terza missione

Obiettivi caratterizzanti

  1. L’azione organizzativa multidimensionale: verso la realizzazione di un modello organizzativo agile
  2. Semplificazione istituzionale e amministrativa e digitalizzazione

Fattori strategici abilitanti trasversali

Dai lavori di diversi gruppi è emersa la centralità di alcune tematiche trasversali che rendono opportuno un focus sulle stesse. Tali tematiche trasversali individuano dei fattori strategici abilitanti, ovvero che non fanno riferimento alle missioni fondamentali, ma sono elementi chiave per il perseguimento degli obiettivi strategici riferiti ai processi primari o ai servizi di supporto.
Sono state individuate le seguenti tematiche:

  1. network/partnership
  2. eccellenza nel reclutamento
  3. branding e reputation
  4. competenze
  5. internazionalizzazione
  6. uguaglianza di genere e inclusione
  7. sostenibilità

Si ritiene quindi opportuno valorizzare queste tematiche, che possono diventare punto di accumulazione di iniziative sinergiche rispetto alle missioni fondamentali.

Monitoraggio e integrazione con la programmazione triennale

Il piano strategico verrà declinato dai vari Dipartimenti attraverso i piani di sviluppo triennali che, in coerenza con il piano strategico, il programma triennale ministeriale e le risorse del dipartimento, individueranno le proprie linee di sviluppo per un periodo di 3 anni. Al piano della performance è invece demandato il compito di declinare su base triennale gli obiettivi delle strutture tecniche e amministrative.

Il monitoraggio del piano strategico e della programmazione dipartimentale sarà effettuato a cadenza annuale sulla base di opportuni indicatori di prestazione per ciascun ambito strategico (Key Performance Indicator) derivanti in misura prevalente da indicatori ministeriali ovvero dai parametri utilizzati dal MUR per l’assegnazione di fondi e punti organico e indicatori di maggior dettaglio riferiti ai risultati attesi dal perseguimento delle singole azioni strategiche.
Oltre agli indicatori di risultato verranno anche monitorati gli indicatori di stabilità finanziaria che continueranno a fungere da cartina di tornasole per valutare la sostenibilità delle azioni intraprese.

Last update: 05/12/2022