Le atelete veneziane

Volley femminile: Bologna campionessa d'Europa, seconda Venezia

Un successo tutto italiano quello del Volley femminile ai Campionati europei universitari di Lodz in Polonia: nella gara finale degli European Universities Games 2022, svoltasi venerdì 22 luglio, conquista la medaglia d’oro la squadra universitaria bolognese battendo la compagine degli atenei veneziani che si aggiudica l’argento.

Il team bolognese ha vinto per 3 a zero vincendo i set a 15,12 e 15. 

I Campionati EUSA University hanno visto la partecipazione di circa 4.500 studenti in 22 discipline sportive.

Le due squadre femminili del Volley si sono fatte valere durante tutti gli Europei nelle gare dei rispettivi gironi e conquistando così vittoria dopo vittoria l’accesso alla finalissima.

Soddisfatti i Rettori delle tre università coinvolte, l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna e le veneziane Università Ca’ Foscari e Iuav.

Il commento di Giovanni Molari, Rettore dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna: “È un risultato che mi riempie di soddisfazione e rinnova la mia ammirazione per le nostre atlete. L’Alma Mater si è aggiudicata il derby, ma a vincere è stato tutto lo sport universitario italiano. Questo conferma l’importanza di valorizzare il percorso degli studenti-atleti, come avviene da noi e negli altri Atenei coinvolti nella finale. Tutte le ragazze in campo hanno rappresentato nel modo migliore i valori dello sport, che sono anche i valori dello studio: l’impegno generoso, la voglia di migliorarsi, la tensione al risultato che è e deve essere sempre di squadra. Un saluto caloroso alle nostre ragazze, che ho incontrato qualche giorno prima della partenza e che sarò felice di accogliere al ritorno. È un gruppo straordinario che sembra giocare insieme da una vita. Molti complimenti anche alle nostre brave avversarie, le studentesse del CUS Venezia, che hanno conquistato il secondo posto europeo”.

Per Piero Pagni, Presidente del CUSB “Siamo veramente soddisfatti e orgogliosi di questo risultato. Un’ulteriore dimostrazione che il consolidamento del progetto Dual Career e il perfezionamento dei meccanismi di reclutamento degli studenti-atleti funzionano e consentono di raggiungere obiettivi ambiziosi. Un grande lavoro di squadra tra l’Ateneo e il Cusb che ne è il braccio sportivo”.

Soddisfazione esprime anche la Rettrice dell’Università Ca’ Foscari Venezia Tiziana Lippiello: «Lo sport universitario italiano ha conquistato un successo storico, complimenti da parte mia e di tutto l'Ateneo alle atlete dell'Università di Bologna per aver vinto il campionato europeo di pallavolo e congratulazioni alle atlete del CUS Venezia, studentesse di Ca' Foscari e IUAV, per aver conquistato valorosamente il secondo posto. Questo successo dimostra come l'impegno nello sport così come nello studio possa essere ripagato con grandi soddisfazioni, grazie alla determinazione, al talento e allo spirito di squadra. Come Ateneo continueremo a sostenere il valore formativo dello sport con misure volte ad affiancare il percorso agonistico e quello di studio e a promuovere ulteriori occasioni di incontro e socialità».

Benno Albrecht, Rettore di Iuav: «Sono molto contento, è la vittoria della collaborazione tra i nostri atenei, la vittoria delle Università Veneziane; ringrazio il CUS Venezia che coordina le iniziative. Un bellissimo risultato in uno degli eventi continentali più seguiti dal mondo universitario. Questo ci spinge ancora di più a lavorare sul progetto del campus veneziano che è fatto di didattica ricerca ma anche vita e sport».

Il Presidente del CUS Venezia Massimo Zanotto evidenzia che «manifestazioni come gli European University Games sono un evento di comunità più ancora che sportivo e siamo felici che le ragazze abbiamo potuto vivere questa esperienza che le ha portate a confrontarsi e condividere nuove amicizie con coetanei da tutta Europa. Bravissime anche nella competizione. Il secondo posto è stato raggiunto giocando una buona pallavolo e onore a Bologna che ha meritato il titolo europeo».