CartaConto in scadenza? Continua ad utilizzarla per i servizi universitari

Si avvicina la data di scadenza indicata sulla tua CartaConto Ca’ Foscari?
Non gettarla: la data si riferisce solo ai servizi bancari associati alla carta! Potrai continuare ad utilizzare la carta rossa per i servizi universitari (accesso alle biblioteche, fotocopie, ecc.), fino a quando sarai studente di Ca’ Foscari.

Ecco cosa succede alla data di scadenza della CartaConto:

  • Se hai attivato i servizi bancari della tua CartaConto Ca’ Foscari (rossa) e li hai utilizzati negli ultimi 12 mesi, entro la data di scadenza, riceverai al tuo indirizzo di recapito una nuova carta ricaricabile Crédit Agricole (verde) che ti permetterà di continuare ad usufruire, alle stesse condizioni economiche, di tutte le funzionalità bancarie già attive sulla carta in scadenza. IBAN e PIN rimangono gli stessi.
  • Se hai attivato i servizi bancari della tua CartaConto Ca’ Foscari (rossa) ma non li stai usando da più di un anno, riceverai una comunicazione dalla Banca con le indicazioni per richiedere, se lo desideri, una nuova carta ricaricabile Crédit Agricole (verde).

    ATTENZIONE
    Per i servizi universitari (accesso alle biblioteche, fotocopie, ecc.), fino a quando sarai studente di Ca’ Foscari, dovrai continuare ad utilizzare la CartaConto Ca’ Foscari (rossa) e quindi non devi buttarla!
    Se devi ricevere accrediti dall’Ateneo, dovrai attivare la nuova carta Crédit Agricole (verde) con le modalità indicate nella lettera con la quale ti è stata recapitata.
La carta ricaricabile Crédit Agricole (verde)

Se invece non hai mai attivato i servizi bancari potrai tranquillamente continuare ad usare la tua CartaConto Ca’ Foscari (rossa) per i soli servizi universitari (accesso alle biblioteche, fotocopie, ecc.), fino a quando sarai studente attivo a Ca’ Foscari, indipendentemente dalla data di scadenza riportata.

Per tutte le informazioni sulla scadenza della CartaConto e sulla Carta Credit Agricole, visita la sezione “Quando scade la carta conto” nella pagina dedicata.

Francesca Favaro