Mathias Énard, Copyright Basso Cannarsa

Mathias Énard a Verso Incroci - Incroci di civiltà dal 25 al 28 maggio

Venerdì 11 marzo alle ore 11.30, presso Tesa 1 a Ca' Foscari Zattere, si terrà un incontro con lo scrittore Mathias Énard, che converserà con Alessandro Raveggi. Introdurrà Flavio Gregori.

L’appuntamento, organizzato in collaborazione con Dedica Festival Pordenone, rientra nel programma di Verso Incroci, il tradizionale percorso di avvicinamento a temi e autori di Incroci di civiltà, il festival internazionale di letteratura organizzato dall'Ateneo che quest’anno si terrà dal 25 al 28 maggio.

Énard ha appena inaugurato il Dedica Festival parlando di "letteratura come antidoto alla violenza e all’odio fra i popoli". La sua opera Tutto sarà dimenticato parla di guerra nei Balcani, La perfezione del tiro ha come protagonista un cecchino, Zona tratta di un agente dei servizi segreti: la guerra è entrata più e più volte nei suoi scritti ed è stato per lui un ricorrente tema di riflessione.

Conversazione con Mathias Énard - Verso Incroci

11 Mar 2022 11:30

Tesa 1 CFZ - Cultural Flow Zone, Zattere al Pontelungo, Dorsoduro 1392, Venezia

L'incontro si terrà in lingua italiana.

Ingresso su prenotazione. Per informazioni www.incrocidicivilta.org

Per poter partecipare sarà necessario esibire il Green Pass rafforzato e indossare mascherina FFP2.

Mathias Énard è nato a Niort, in Francia, nel 1972. Dopo essersi formato in Storia dell’arte all'École du Louvre, studia arabo e persiano all'Institut National des Langues et Civilisations Orientales di Parigi. I suoi interessi lo portano ad effettuare numerosi viaggi di studio in vari Paesi e lunghi soggiorni in Medio Oriente. Nel 2000 si stabilisce a Barcellona, dove collabora a diverse riviste culturali. All'attività di professore di arabo all'Università Autonoma di Barcellona affianca quella di traduttore.

Fra le sue opere pubblicate in Italia ricordiamo Breviario per aspiranti terroristi (2009), Zona (2011 e 2022), Via dei ladri (2014), Bussola (2016), L’alcol e la nostalgia (2017), La perfezione del tiro (2018), Ultimo discorso alla Società proustiana di Barcellona (2020), Parlami di battaglie, di re e di elefanti (2021) e Il banchetto annuale della Confraternita dei becchini (2021).

Per i suoi lavori ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui il Premio Goncourt (2015), il Premio von Rezzori (2017), il Premio Konrad-Adenauer-Stiftung (2018). È stato inoltre finalista al Man Booker International Prize e al Premio Strega Europeo.

Il calendario completo degli incontri con Mathias Énard al Dedica Festival sul sito www.dedicafestival.it.

Federica Ferrarin