Ca' Foscari presenta il nuovo Piano Strategico 2021-2026

«Ca’ Foscari 2026 ponte per il futuro è il nostro impegno per le nuove generazioni». Esordisce così la Rettrice Tiziana Lippiello a commento del Piano Strategico 2021-2026 che definisce gli obiettivi dell’Ateneo e le azioni che verranno intraprese da qui ai prossimi 5 anni.
 
Il Piano, presentato il 22 dicembre, in Auditorium Santa Margherita e trasmesso in streaming nel canale YouTube di Ateneo, è il frutto di un processo partecipato che ha visto la partecipazione attiva, nella sua elaborazione, di oltre cento persone dell’Ateneo e ha poi coinvolto nella sua discussione, oltre alla comunità cafoscarina, anche gli stakeholders esterni.
 
«Il futuro è il filo rosso della visione Ca' Foscari 2026 – continua la Rettrice  - Vogliamo fare di Venezia un grande laboratorio vivente, una fucina di idee e di buone pratiche per affrontare le sfide globali, a partire dalla ricerca scientifica. Ca' Foscari si impegna a divenire un punto di riferimento per i temi legati alla transizione ecologica, alla sostenibilità, e al dialogo interculturale: un motore per la nostra città e un modello per lo sviluppo di competenze formative chiave, in grado di incidere nel presente e nel futuro. Ci impegneremo poi per fare di Venezia una città universitaria, con il suo campus diffuso, e per aumentare il senso di appartenenza dei cafoscarini alla nostra città. Continueremo nella grande sfida digitale, rinnovando i modelli organizzativi e i processi gestionali. Infine, inclusione, giustizia sociale, parità di genere saranno al centro delle nostre politiche e di azioni concrete sul piano didattico, scientifico, culturale».

Il Piano si fonda su sette obiettivi flagship e su sette obiettivi strategici trasversali, tra cui spiccano l’internazionalizzazione, da sempre vero tratto distintivo dell’Ateneo, il reclutamento di eccellenza e la sostenibilità.
 

CITTA’ PER I CAFOSCARINI, CAFOSCARINI PER LA CITTA’

La strategia di Ca’ Foscari prevede uno stretto legame con la città che la accoglie, Venezia, facendone un grande laboratorio aperto per lo sviluppo di una ricerca d’impatto e una città popolata di studenti e giovani ricercatori e un luogo da far conoscere in modo approfondito per poterlo far comprendere e tutelare.
 
Fra le azioni in programma l’Ateneo punta a contribuire allo sviluppo del territorio, della società civile e valorizzare la conoscenza prodotta secondo le caratteristiche distintive delle diverse aree disciplinari, promuovere l’imprenditorialità, l’innovazione e l’impatto per inserire giovani altamente professionalizzati nel sistema produttivo e culturale, creare una rete di collaborazione strutturata, diffusa ed efficiente, in grado di interagire in modo dinamico per la valorizzazione della conoscenza, la creazione di valore e la generazione di impatto sociale, economico e culturale, garantire “spazi” di lavoro e collaborazione finalizzati a sostenere le iniziative di terza missione.
 

LA RICERCA

E ancora, Ca’ Foscari per Venezia: un grande laboratorio aperto dove si lavora alle sfide del futuro. L’Ateneo prevede quindi di migliorare l’impatto della ricerca, investire sulle risorse digitali a supporto delle attività di ricerca, implementare la cooperazione internazionale, potenziare il dottorato di ricerca, incentivare le opportunità di carriera dei dottori di ricerca al di fuori dell’ambiente accademico, effettuare chiamate dall’estero di ricercatori talentuosi, sviluppare collaborazioni strategiche con partner nazionali e internazionali, sviluppare le nuove tecnologie applicate alla ricerca, intensificare la progettazione con e per il territorio.
Un obiettivo di Ca’ Foscari è diventare punto di riferimento scientifico per le tematiche della sostenibilità: Ca’ Foscari può vantare una leadership sia di competenze disciplinari che di esperienza; è importante, quindi, che questo ruolo venga riconosciuto a livello locale, nazionale e internazionale.
 

DIDATTICA

Le sfide del futuro richiedono competenze nuove e diverse da quelle esclusivamente disciplinari (trasversali, relazionali, ma anche etiche), quindi anche i processi formativi possono e devono essere arricchiti in tal senso.
Le azioni di Ca’ Foscari nei prossimi anni saranno volte a promuovere la transdisciplinarità dell’offerta formativa, garantire la qualità della didattica attraverso il giusto rapporto tra numero di docenti e studenti, ribadire la natura di Ca’ Foscari come università “in presenza”, valutando le opportunità di forme di didattica mista oppure online per costruire una didattica integrata ed ampliare l’accesso alla formazione universitaria.
L’internazionalizzazione continua a essere al centro delle politiche dell’Ateneo: incrementare l’iscrizione di studenti stranieri meritevoli, con particolare attenzione alla diversificazione dei paesi di origine, ai corsi erogati in inglese ma anche in italiano.
 

SERVIZI AGLI STUDENTI E INFRASTRUTTURE

Le azioni di Ca’ Foscari saranno volte a promuovere servizi personalizzati per categoria di studenti al fine di massimizzare il valore creato per gli stessi sulla base delle diverse esigenze, favorendo così l’inclusione e l’estensione della platea di iscritti, garantire forme di sostegno agli studenti meritevoli e privi di mezzi, promuovere la residenzialità nel centro storico di Venezia.

Le azioni di Ca’ Foscari puntano a promuovere investimenti con altre istituzioni della città, con l’obiettivo di una collaborazione che non si limiti alla sola creazione di posti per studenti cafoscarini, ma punti in maniera esplicita all’inclusione degli stessi nel tessuto sociale e culturale della città attraverso forme di aggregazione, realizzazione di seminari, di visite guidate nei musei e nella città stessa; incrementare gli interventi che favoriscano la residenzialità in centro storico per tutte le nostre categorie di studenti.
 
Sul fronte delle infrastrutture Ca’ Foscari intende ripensare come un sistema integrato le infrastrutture fisiche e digitali funzionali alla didattica, ai servizi agli studenti, alla ricerca e alla terza missione, garantire facilities avanzate tecnologicamente, per rendere competitivi i ricercatori e creando un ambiente attrattivo per il reclutamento di qualità, promuovere azioni volte alla piena attuazione della sostenibilità e al benessere nell’utilizzo degli spazi, fisici e digitali.
 
L’Ateneo inoltre si prefigge di allineare la disponibilità di infrastrutture alla crescita dell’Ateneo in tutte le sue componenti, aumentare gli spazi dedicati agli studenti sia per lo studio individuale/ collettivo sia per le attività ricreative, per i servizi bilbiotecari, ammodernare gli spazi attraverso la infrastrutturazione “intelligente” e l’implementazione della sostenibilità.
 

ORGANIZZAZIONE AGILE

Ca’ Foscari  ha la dimensione e le competenze per potere diventare un esempio di innovazione digitale sia nell’ambito delle università italiane che in quello delle Pubbliche Amministrazioni. La sfida è quella di realizzare un esempio di società digitale in cui studenti, ricercatori, docenti e cittadini utilizzano efficienti servizi digitali in modo semplice e sistematico.
Le azioni di Ca’ Foscari prevedono di ripensare l’organizzazione, intesa come strutture, sistemi e processi, finalizzandola al raggiungimento degli obiettivi strategici, anche in un’ottica di semplificazione, sfruttare le opportunità normative e tecnologiche per contribuire, attraverso un soddisfacente equilibrio tra lavoro e vita privata, alla creazione di un ambiente lavorativo adatto all’erogazione di prestazioni di qualità, mettere al centro il mantenimento e lo sviluppo di competenze chiave in grado di garantire le prestazioni attese e il perseguimento della mission istituzionale, anche attraverso il nuovo piano del personale 22-24.


Guarda il video di presentazione del Piano Strategico 2021-2026 e visita la pagina dedicata

Sfoglia la gallery dell'evento su Flickr

Flickr