Al centro il patriarca Francesco Moraglia e i due dottorati premiati, a sinistra la professoressa Carmelita Camardi e a destra la rettrice, Tiziana Lippiello

Ca' Foscari e Patriarcato per il diritto allo studio

Università Ca’ Foscari Venezia e Diocesi Patriarcato di Venezia insieme per il diritto allo studio.

È stato firmato oggi, nell’Aula Baratto di Ca’ Foscari, alla presenza di Sua Eccellenza il Patriarca di Venezia Francesco Moraglia e della Rettrice di Ca’ Foscari Tiziana Lippiello l’accordo che istituisce per l’anno accademico 2021/2022 un bando per l’assegnazione di fondi della Diocesi Patriarcato di Venezia derivanti dal lascito testamentario di Anna Maria Chiap a studenti in disagiate condizioni economiche e meritevoli, che si immatricoleranno per la prima volta a corsi di laurea o laurea magistrale per l’anno accademico 2021/2022.

Gli studenti beneficiari dell’agevolazione, che in virtù delle disposizioni testamentarie di Anna Maria Chiap dovranno risiedere in un comune della Regione Friuli Venezia Giulia o della Regione Veneto, otterranno il rimborso dei contributi universitari versati.

Nel corso dell’evento, inoltre, sono state consegnate le borse per tesi di dottorato nell’ambito del corso Diritto, Mercato e Persona a due dottori di ricerca di Ca’ Foscari, Manuel Marangon e Pietro Cavarzeran, che hanno conseguito il titolo con le seguenti tesi: “Agroenergie, tutela dell'ambiente e della persona” e “Attività Agricola e Sicurezza Alimentare nelle Politiche dell'Unione Europea”. Il corso di dottorato in Diritto, Mercato e Persona è coordinato dalla professoressa Carmelita Camardi.

“Sono felice di poter ospitare insieme a Sua Eccellenza il Patriarca di Venezia questa giornata nella quale vengono premiati dei giovani studiosi sulla base del merito e del bisogno, due principi ai quali Ca' Foscari tiene molto e per i quali è costantemente impegnata – ha affermato la professoressa Tiziana Lippiello, rettrice dell’Università Ca’ Foscari Venezia - I giovani sono al centro delle nostri obiettivi e delle nostre attività, per questo sono molto felice di questa iniziativa per la quale ringrazio il Patriarcato”.

“Consentitemi di ringraziare vivamente la Rettrice Lippiello e gli artefici di questo percorso, Manuel Marangon e Pietro Cavarzeran. – ha affermato Sua Eccellenza il Patriarca di Venezia Francesco Moraglia - Sono soddisfatto in quanto in queste tesi ritrovo la volontà della testatrice, Anna Maria Chiap, la quale aveva una preoccupazione: rispettare l'ambiente producendo in modo da mettere al centro la persona. Dobbiamo riscoprire una ecologia integrale, in cui la persona è protagonista. Il concetto di persona è attualmente oggetto di alcune scuole di pensiero, che tendono a farlo scomparire. Per questo vi invito ad approfondire i numeri 137 e 139 dell'Enciclica di Papa Francesco "Laudato sì'", che propongono questa ecologia integrale, ponendo in relazione stretta economia, diritto, società e visione della persona”.