La rettrice Lippiello agli Stati Generali della lingua italiana nel mondo

La rettrice di Ca’ Foscari Venezia, Tiziana Lippiello, è intervenuta agli Stati Generali della lingua e della creatività italiane nel mondo, la giornata di confronto sul tema “L’Italiano di domani” che si è tenuta il 29 novembre alla Farnesina, aperta dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e dai ministri degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, della cultura, Dario Franceschini, dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa. La rettrice è stata la portavoce del tavolo di lavoro “L’italiano nel mondo: formazione”, uno dei quattro tavoli dedicati alla diffusione della lingua e della cultura italiane all’estero negli ambiti di formazione, divulgazione, creatività, Made in Italy e innovazione.

Nel suo intervento, la rettrice ha sintetizzato le necessità rilevate dal tavolo di lavoro rispetto alla promozione della lingua e della cultura italiane non solo in Europa, ma anche verso i paesi ExtraUE e le realtà linguistiche in espansione (come il cinese, l’arabo, il russo e il giapponese). A tal fine sono state proposte alcune azioni mirate, quali: il consolidamento dei rapporti tra università italiane e internazionali, il sostegno a realtà educative all’estero impegnate nella diffusione della cultura italiana già esistenti e la promozione di nuove realtà. L’impegno deve essere volto soprattutto a favorire la mediazione linguistica e il dialogo interculturale

“È un aspetto che soffre ancora troppo di stereotipi e di luoghi comuni. Non si può promuovere il nostro Paese nel mondo se prima non si conosce e si apprezza la lingua e la cultura dell’altro” la rettrice ha così chiarito l’importanza della conoscenza del contesto linguistico e sociale in cui si va a insegnare e la necessità di formare in tal senso il personale educativo inviato all’estero.

In aggiunta, è stata sottolineata la necessità di un potenziamento dei programmi di scambio per docenti e studenti, programmi di studio congiunti che rilasciano un doppio titolo e una maggiore promozione del sistema universitario italiano.

Da ultimo, la rettrice ha riflettuto su tre casi di studio di realtà geografiche e culturali differenti rispetto all’insegnamento della nostra lingua: Russia, Cina e Vietnam.

La prof.ssa Lippiello ha concluso il suo intervento riprendendo il discorso di apertura del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha riflettuto sul ruolo della lingua italiana come vettore di diffusione della cultura e della creatività del Paese: “è necessario fare sistema e lavorare in squadra per esercitare la creatività italiana che è il nostro soft power”.

Video integrale della cerimonia (l’intervento della rettrice Lippiello è al minuto 1:08:30) 

Federica Biscardi