PRETE Elisa

Qualifica
Cultrice della materia
E-mail
elisa.prete@unive.it
Sito web
www.unive.it/persone/elisa.prete (scheda personale)
Struttura
Dipartimento di Studi Umanistici
Sito web struttura: https://www.unive.it/dsu

Elisa Prete è laureata in Storia delle Arti e Conservazione dei Beni Artistici presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, dove ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Storia dell’Arte (con certificazione aggiuntiva di Doctor Europaeus). Ha svolto attività di ricerca in qualità di assegnista presso la medesima Università nell’ambito del Progetto di Ateneo 2014 (Dipartimento di Studi Umanistici, tutor prof.ssa Stefania Portinari), che aveva per oggetto i protagonisti e l’attività espositiva della Fondazione Bevilacqua La Masa (“Venezia ‘900: gli artisti di Ca’ Pesaro dal 1908 al 1925”). L’approfondimento del contesto storico-artistico veneziano dei primi decenni del ‘900 è sfociato in contributi in volumi (Gli artisti di Ca’ Pesaro: le mostre del 1919 e del 1920 e L’Esposizione d’arte del 1913, Edizioni Ca’ Foscari, 2017-2018), pubblicazioni monografiche (Cosimo Privato 1899-1971, Edizioni Stilus, 2017) e nell’organizzazione di esposizioni (Gennaro Favai. Visioni e orizzonti, 1879-1958, Venezia, Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro, 2011). Ha collaborato inoltre alla realizzazione della guida del museo Venezia. Ca’ Pesaro Galleria Internazionale d’Arte Moderna (Marsilio Editori, 2011). Ha condotto ricerche in Italia, Francia e Stati Uniti sulle esperienze delle correnti di neoavanguardia in relazione al rinnovamento delle strategie espositive e all’azione della critica militante. Ha pubblicato in riviste e in volumi contributi specifici sul sistema espositivo degli anni Sessanta, partecipando a convegni internazionali e svolgendo ricerche d’archivio presso istituzioni e università statunitensi (Library Research Grant Recipient presso il Getty Research Institute di Los Angeles, Research Scholar presso la California State University di Long Beach). Ha recentemente pubblicato, in merito a queste tematiche, il volume Incontenibili. Gallerie d’arte e nuove avanguardie tra Italia e Francia (Canova Edizioni, 2018). Ha collaborato alla realizzazione del Catalogo ragionato del pittore veneziano Giuseppe Santomaso (a cura di Nico Stringa, Laura Poletto, Elisa Prete – Umberto Allemandi Editore, 2017).